Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Alla Festa dello Sport a Bicinicco

Sport
10 giugno 2019

Delneri e Strizzolo: "Sognare, ma soprattutto studiare"

di Livio Nonis
L'ex tecnico di Udinese e Juventus e il giocatore della Cremonese hanno incontrato gli studenti
CONDIVIDI
30017
Sport
10 giugno 2019 di Livio Nonis Image

Per la terza volta nell'area verde adiacente la scuola Ezio Vanoni di Bicinicco, gli studenti sono stati coinvolti nella “Festa dello Sport”, manifestazione articolata in un percorso didattico sportivo per dare la possibilità a tutti gli allievi di avere un’infarinatura di diversi sport.

Ragazzi e ragazze, con divertimento e serietà, hanno svolto tutti i percorsi nei quali sono stati coinvolti, dai volteggi della Ginnastica Artistica della Libertas Torviscosa, alla palla ovale del Rugby e la rete della pallavolo della Juvenilia di Bagnaria Arsa, ai colpi con i piedi e mani del  Karate di Strassoldo, alle stoccate delle spade dei “Fiore dei Liberi” di Cividale, infine ballando Hip Hop con le Stelline di Castions di Strada. Al termine della mattinata, Amedeo Selenati, neo vicesindaco con delega allo sport, e Paolo Zamaro, assessore all'istruzione, hanno tirato fuori dal cappello due grandi sorprese: il calciatore di serie B, nato proprio a Bicinicco, Luca Strizzolo ora in forza alla Cremonese, e Luigi Delneri, ex allenatore di Chievo, Roma, Sampdoria, Juventus, Udinese e di altre squadre.

Incredulità, sorpresa sul volto dei ragazzi che dopo un attimo di sbigottimento hanno ascoltato i due ospiti, i quali ha trasmesso loro un messaggio chiaro e preciso: il calcio è come un bel sogno, non sempre le aspettative si avverano, perciò innanzitutto studiare, studiare e studiare… Se il sogno diventa realtà, bene, altrimenti un titolo di studio o una laurea danno certamente un lasciapassare per la vita.

Finito il momento ufficiale tutti con i foglietti per gli autografi; i due “malcapitati” si sono impegnati a fondo e sono riusciti ad accontentare tutti i bambini che, soddisfatti con il loro piccolo trofeo in mano, si sono messi ordinatamente in fila per far rientro in classe.

Commenti (0)
Comment