Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presentata l'offerta balneare estiva

Turismo
07 aprile 2019

Il FVG nuova spiaggia dell'Alpe Adria

di Livio Nonis
Grado, Lignano e il Golfo di Trieste uniti nella promozione turistica. "Fare squadra per essere protagonisti all'interno della macroregione"
CONDIVIDI
29163
Tutti gli operatori intervenuti alla Dacia Arena (ph. L. Nonis)
Turismo
07 aprile 2019 di Livio Nonis Image

Presentata la stagione estiva 2019 del Friuli Venezia, nell'auditorium della Dacia Arena a Udine, dall'assessore regionale al Turismo Sergio Emidio Bini, con il direttore generale di PromoTurismo FVG, Lucio Gomiero, e 24 operatori della regione.

“È importante – ha sottolineato Bini – che la promozione dell'offerta turistica sia fatta da tutte le tre lavorando di squadra. La sfida non è solo quella di migliorare i numeri ma invece costruire nuove alternative al fine di aumentare le giornate di soggiorno in Friuli Venezia Giulia”.

Quella 2019 sarà un’offerta mirata sulla eco-sostenibilità, dagli stabilimenti balneari alimentati dal punto di vista energetico con pannelli solari all'eliminazione della plastica monouso a favore del biodegradabile.

Per le famiglie ci saranno poi opzioni mirate alle proprie esigenze: dal benessere al relax, ai centri di animazione per i bambini, dai locali e ristoranti che si possono trovare direttamente in spiaggia con discoteche che animano le notti dei giovani; inoltre per gli amici a quattro zampe si potrà trovare diverse tipologie di spiaggia a loro dedicate.

Fari puntati anche sulle attività all’aria aperta e in mare: ci sarà un’offerta per immersioni subacquee, voli, vela, canoa, windsurf, kitesurf, kydrofoil, passeggiate, sup, nordic walking, bicicletta e molto altro ancora, con un occhio di riguardo anche per i neofiti e i disabili.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non mancheranno escursioni in bicicletta che potranno diventare viaggi nella storia alla scoperta di Aquileia, Palmanova, Cividale, Trieste e Gorizia, ma anche esperienze in mezzo alla natura con escursioni organizzate in canoa e in motonave nelle lagune per osservare i tipici casoni e i paesaggi delle riserve naturali.

In Friuli Venezia Giulia non possono poi mancare i tour gastronomici: nelle località balneari della costa è possibile scoprire il patrimonio enogastronomico che rappresenta il punto di fusione tra le correnti culinarie mitteleuropea, veneta e slava. "Un modo – ha sottolineato Gomiero – per coccolare maggiormente i turisti e convincerli a rimanere qualche giornata in più. Noi facciamo parte della macroregione Alpe Adria e, in questo vasto territorio, la spiaggia da promuovere è quella del Friuli Venezia Giulia. In una visione allargata noi diventiamo protagonisti".

Commenti (0)
Comment