Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presentata l'edizione 2019

Cultura e Spettacolo
21 febbraio 2019

Monfalcone, Nina Morić madrina del Carnevale

di Livio Nonis
Tra le novità di quest'anno il ritorno sul terrazzo della loggia del municipio per il giuramento e la lettura del testamento
CONDIVIDI
28462
La presentazione alla stampa del Carnevale monfalconese (ph. L. Nonis)
Cultura e Spettacolo
21 febbraio 2019 di Livio Nonis Image

Presentata ufficialmente la 135sima edizione del Carnevale monfalconese. Le principali novità di quest’anno sono due: la prima è che ci sarà una madrina, la modella e showgirl di nazionalità croata naturalizzata italiana Nina Morić. La seconda novità, tutta monfalconese questa volta, coinvolgerà il momento clou della kermesse, cioè il giuramento del Notaio Toio Gratariol (alias Gian Carlo Blasini) e la lettura del testamento di sior Anzoleto (alias Orlando Manfrini) saranno tenuti nuovamente, dopo tanti anni, dal terrazzo della Loggia del Municipio.

Numerose come ogni anno le iniziative previste dal programma, con eventi fino a martedì 5 marzo, quando scenderà il sipario sulla kermesse. Questa mattina è stata inaugurata la “Mostra degli artisti monfalconesi sul Carnevale” (fino il 5 marzo).

Da venerdì 22 febbraio nelle edicole del mandamento monfalconese si potrà acquistare il numero unico de la “Cantada” giunta alla 64a edizione, il giornale umoristico-satirico in dialetto bisiac su personaggi e i fatti della Bisiacaria. Sabato 23 presso il Centro Commerciale di via Pocar esposizione dei disegni partecipanti al concorso “disegna la cartolina del Carnevale monfalconese”, con il consueto annullo postale e le premiazioni dei disegni. Giovedì 28 (giovedì grasso) “il Carneval delle Femene.... porta la femena a balar” con balli di gruppo, musica dal vivo e con l'elezione di Miss Carnevale, il consueto discorso del sindaco ai cittadini e la consegna delle “chiavi della città” alla Pro Loco. Nella stessa giornata ci sarà la “caminada mascherada” con i bambini dell'infanzia e delle primarie di Monfalcone, che saranno accolti in piazza della Repubblica da musica, dolcetti e animazioni e con la “Cantada dei Putei” in collaborazione con il teatro “La Stropula”.

Venerdì 1, sabato 2, domenica 3 e lunedì 4 marzo il carnevale dedicato ai “Putei”, domenica un’attenzione particolare per gli amici a quattro zampe. Martedì 5 marzo il clou della manifestazione: si parte alle ore 9 quando inizierà il corteo con il tradizionale giro di saluto per i borghi della città con gli sposi, sior Anzoleto e la sposa, di cui soltanto in quel momento verrà svelata l'identità (come tradizione vuole dovrà essere bisiaca), e il notaro Gratariol. Alle 12 in punto, lettura del Testamento in piazza, che sarà trasmessa in streaming. Dopo il “pranzo de noze in piaza”, alle 14 partirà la grande sfilata dei carri allegorici, gruppi mascherati e bande musicali, provenienti da varie località, anche da fuori regione. Al termine gran finale con musica, cabaret e spettacolo con i Crampi Elisi: Maxino, Elisa Bombacigno e Fabio Furian, i protagonisti di “macete” con il celebre Uolter.

Inoltre fino al 10 di marzo, presso i ristoranti del monfalconesi che vi aderiscono, confermata la 31a edizione di “Magnemo fora de Casa”, proposte del piatto di Carnevale a prezzo fisso, a cui seguirà la consegna del premio “il Piatto del Carnevale”.

Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti tra gli altri la sindaca Anna Cisint, l'assessore comunale agli eventi, Luca Fasan, il presidente della Pro Loco di Monfalcone, Franco MigliaOrlando Manfrini e Gian Carlo Blasini.

Tutte le attività di questo Carnevale sono organizzate dalla Pro loco con la fattiva collaborazione del Comune di Monfalcone e della Regione FVG.

Commenti (0)
Comment