Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nell'ambito di "Juvenes Translatores"

Attualità
05 febbraio 2019

Traduzione per le scuole, una triestina al top in Italia

di redazione (fonte Comune di Trieste)
Giulia Rorato del Liceo Prešeren è la vincitrice a livello nazionale del concorso europeo. Premiata per la prima volta una traduzione dallo sloveno all'italiano
CONDIVIDI
28264
Giulia Rorato appena appresa la notizia della vittoria via Skype (ph. Comune di Trieste)
Attualità
05 febbraio 2019 di redazione (fonte Comune di Trieste)

In Italia sono state 73 le scuole che hanno partecipato alla dodicesima edizione del concorso di traduzione della Commissione europea per le scuole secondarie "Juvenes Translatores", presentando circa 350 traduzioni. La vincitrice a livello nazionale, con una traduzione dallo sloveno all'italiano, si chiama Giulia Rorato, studentessa del Liceo Prešeren con lingua di istruzione slovena di Trieste. È la prima volta che viene premiata una traduzione dallo sloveno all'italiano.

I traduttori della Commissione europea, che organizzano il concorso, hanno selezionato i vincitori tra 3252 partecipanti da 751 scuole di tutta Europa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giulia, assieme agli altri 27 giovani vincitori a livello europeo, oltre a ricevere un riconoscimento, parteciperà alla cerimonia di premiazione che si svolgerà a Bruxelles. Per i giovani sarà inoltre l’occasione di incontrare i traduttori della Commissione europea. L'edizione di quest'anno del concorso "Juvenes Translatores" si è svolta il 22 novembre in tutte le scuole partecipanti. Gli studenti concorrenti hanno utilizzato 154 delle 552 combinazioni linguistiche possibili tra le 24 lingue dell'UE. Tra le scelte più particolari spiccano traduzioni dal portoghese all'olandese, dall'ungherese al finlandese e dallo sloveno all'italiano.

Dal 2007 la direzione generale della Traduzione della Commissione europea organizza ogni anno il concorso "Juvenes Translatores" ("giovani traduttori"), che ha cambiato la vita di molti dei partecipanti e vincitori. Ad esempio, dopo aver partecipato alla cerimonia di premiazione a Bruxelles, la vincitrice slovena dell'edizione 2010, Tina Zorko, ha deciso di studiare traduzione all'università ed è entrata recentemente a far parte del servizio di traduzione della Commissione europea come traduttrice a tempo pieno. "Il viaggio a Bruxelles è uno dei miei ricordi più cari", racconta Tina. "Vedere i traduttori della Commissione al lavoro mi ha aperto una finestra sul quotidiano di un vero traduttore e ha alimentato il sogno di diventarlo."

I contatti di Carolina Zanchi, vincitrice italiana dell'edizione 2016, con i traduttori della Commissione europea l'hanno ispirata ad approfondire la conoscenza delle lingue applicate; Carolina, che studia ora patolinguistica in Germania, afferma: "Non è un'esagerazione dire che Juvenes Translatores mi ha cambiato la vita e per questo sono immensamente grata a tutti coloro che ogni anno rendono possibile il concorso."

Ieri mattina il Centro di informazione Europe Direct - Eurodesk del Comune di Trieste ha comunicato la vincita a Giulia e alla sua classe. Poiché attualmente Giulia si trova a Berlino con la scuola per una settimana di corso di lingua, è stata raggiunta  via Skype.

Lunedì 11 febbraio alle ore 11, l'assessore alla Comunicazione Serena Tonel e gli operatori del Centro Europe Direct - Eurodesk del Comune di Trieste incontreranno la preside Loredana Gustin, la professoressa Lara Posega e Giulia Rorato per fare personalmente le congratulazioni e scoprire le aspettative della giovane traduttrice europea.

Commenti (0)
Comment