Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Un lavoro da 12.000 euro

Attualità
19 ottobre 2018

Cividale, tre imprenditori fanno brillare l'antico pennone

di redazione (fonte Comune di Cividale)
I fratelli Bordon donano alla città la doratura dei globi in sommità del palo collocato in piazza Duomo
CONDIVIDI
27148
(ph. Comune di Cividale)
Attualità
19 ottobre 2018 di redazione (fonte Comune di Cividale)

Il pennone alzabandiera di Cividale del Friuli godrà di un ultimo intervento di restauro grazie ad un gesto di liberalità di tre cittadini cividalesi. Alcuni mesi fa l’Amministrazione comunale aveva realizzato un lavoro di verifiche, sondaggi e restauri del pennone in Piazza Duomo, stante il suo valore storico, la sua altezza e il luogo ove posizionato. Il cantiere era terminato con lavori realizzati per una spesa di 50.000 euro.

La storia del pennone, del cui basamento lapideo si hanno notizie già dalla prima metà del XVIII secolo, si arricchisce ora di un nuovo finale. Il cantiere si riaprirà, infatti, per permettere un ulteriore intervento di restyling concernente la doratura dei globi in sommità del palo. Questo intervento verrà eseguito su iniziativa, a cura e a spese dei fratelli e imprenditori cividalesi, Franco, Natale e Mario Bordon, sotto la sorveglianza dell’Ufficio Tecnico comunale e della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio del FVG.

“L'amministrazione comunale - dichiara l’assessore ai lavori pubblici Rita Cozzi - intende esprimere, a nome di tutta la cittadinanza, il più vivo ringraziamento per il contributo offerto dai nostri concittadini nel completamento delle opere di restauro del pennone portabandiera in Piazza Duomo. Tale donazione è un gesto concreto dell'attenzione e della sensibilità da sempre dimostrata dai tre imprenditori nei confronti della loro città".

Con recente delibera, la giunta cividalese ha accolto la proposta di donazione dei tre concittadini valutando che il completamento del restauro dei globi, per un valore stimato a preventivo di circa  12.000 euro, consentirà di ottenere una maggiore durata nel tempo per i materiali assoggettati alla doratura, nonché un migliore aspetto della qualità architettonica complessiva del pennone nel suo insieme.

Commenti (0)
Comment