Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Con l'opera "Stelle in silenzio"

Cultura e Spettacolo
18 ottobre 2018

Scrittrice goriziana conquista "La Penna Perfetta"

di redazione (fonte La Penna Perfetta)
Annapaola Prestia si aggiudica il premio letterario nazionale
CONDIVIDI
27134
Annapaola Prestia
Cultura e Spettacolo
18 ottobre 2018 di redazione (fonte La Penna Perfetta)

L’autrice Annapaola Prestia, originaria di Gorizia e residente a Villesse, è la vincitrice del primo Premio letterario nazionale La Penna Perfetta 2018, sezione “Varia Edita”, indetto a Castellana Grotte in provincia di Bari, con l’opera Stelle in silenzio, Europa Edizioni.
Annapaola Prestia è nata a Gorizia il 6 novembre del 1979. Siculo-Istriana di origine e monfalconese di adozione, lavora dividendosi tra la sede della cooperativa per cui collabora a Pordenone e Trieste, città in cui gestisce il proprio studio psicologico. Dal primo racconto iniziato all’età di cinque anni ai romanzi a puntate e alle novelle pubblicati su riviste a tiratura nazionale, passando per oltre venti pubblicazioni in lingua inglese su altrettante riviste scientifiche specializzate in neurologia e psicologia fino al suo primo romanzo edito “Caro agli dei… ” la sua attività come scrittrice è in continua evoluzione.

Oltre a diverse fan-fiction pubblicate su vari siti internet, ha partecipato alla prima edizione del premio letterario “Star Trek” organizzato dallo STIC – Star Trek Italian Club, ottenendo il massimo riconoscimento. Con suo fratello Andrea ha fondato la U.S.S. Julia, un fan club dedicato a Star Trek e alla fantascienza. Con suo marito Michele e il suo migliore amico Stefano, ha aperto una gelateria a Gradisca d’Isonzo, interamente dedicata alla fantascienza e al fantasy, nella quale tenere vive le tradizioni gastronomiche della Sicilia sposandole con quelle del Nord Est d’Italia.

 

Stelle in silenzio”, la trama.

Un ultimo viaggio. Insieme. Una madre che sta morendo lentamente per un male che la divora ed una figlia che si inietta la vita nelle vene per difendersi dalla realtà che l’ha uccisa tanti anni prima. Un ultimo viaggio. Insieme. Millecinquecento chilometri da percorrere in tre giorni. È l’ultimo desiderio di una madre che sa dove vuole andare e perché, mentre la giovane Kara non fa altro che onorare a malincuore una promessa. È un viaggio che cambia tutto, un viaggio alla ricerca di una verità rimasta nascosta per tanti anni, come un segreto pericoloso che ha bisogno di troppa forza per poter essere rivelato. O ascoltato. Cosa si cela tra le pieghe della vita di quella donna? Perché quella ragazza si comporta in modo così superficiale, se nel suo cuore è nascosta una purezza di cui lei stessa non sa niente? Il viaggio della rivelazione. L’ultimo desiderio. Quello di una madre che ha amato sua figlia senza riserve, ma senza riuscire a spiegarlo né a dimostrarlo. Perché dietro quegli occhi c’è ancora un altro amore che strazia il cuore, da cui proviene un odore di morte.

Commenti (0)
Comment