Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Al Salone internazionale dell’alimentazione

Società
17 ottobre 2018

La pizza friulana si assaggia a Parigi

di redazione (fonte Roncadin)
Roncadin presenta tre novità per conquistare i mercati esteri. Con l'obiettivo di raddoppiare fatturato e produzione, arrivando a 1 milione di pizze al giorno
CONDIVIDI
27113
Dario Roncadin
Società
17 ottobre 2018 di redazione (fonte Roncadin)

Roncadin, azienda friulana che produce pizze surgelate sia a marchio proprio sia per le private label italiane e internazionali (la quota export è del 65%), sarà presente a SIAL, il Salone internazionale dell’alimentazione (Parigi, 22-25 ottobre).

«A SIAL – spiega l’amministratore delegato Dario Roncadin – siamo presenti con tre novità che rispondono proprio alle ultime tendenze internazionali di consumo in fatto di pizza surgelata. Si tratta di tre formati particolari che realizzeremo grazie all’investimento fatto sulle nostre nuove linee produttive, ad alta capacità e tecnologicamente all’avanguardia».

Presentata in Italia a maggio, per la prima volta in un appuntamento internazionale ci sarà la pizza formato “pala”, dalla classica forma lunga e stretta, ideata per un pasto singolo. «È un formato sempre più apprezzato – spiega Roncadin – perché consente di preparare in poco tempo una monoporzione sfiziosa e con minore apporto calorico. Ideale anche da condividere, perché nel forno di casa si possono accomodare tre pezzi ed è quindi possibile accontentare i gusti di tutti; la pizza formato “pala” è perfetta anche per un aperitivo veloce. Infine, le misure la rendono più comoda per lo stoccaggio nei sempre più ridotti freezer domestici».

Sempre nell’ottica di ottimizzare al meglio gli spazi e proporre dei prodotti adatti alle esigenze familiari, la seconda novità presentata da Roncadin è una  linea di pizze di grande formato rettangolare, studiata per riempire tutta la griglia del forno. La bassissima percentuale di lievito (meno dello 0,8%) e il riposo per 24 ore di tutto l’impasto permette di ottenere una base croccante, sottile e digeribile. «Anche in questo caso – spiega Dario Roncadin – intercettiamo la tendenza che vede la pizza protagonista di un consumo in compagnia. Il formato quadrato offre nel medesimo spazio fino al 25-30% di prodotto in più, ed è ideale da gustare in famiglia o con gli amici».

Appositamente studiata per la clientela internazionale che ricerca i prodotti della tradizione, ma interessante anche per il mercato Horeca, è infine la terza novità che ci sarà al salone parigino: la base pizza di grande formato, dal diametro di 33 centimetri, che presenta il classico bordo artigianale spesso e irregolare,  in stile italiano. Può essere pronta in pochi minuti per essere farcita a piacere con ingredienti freschi. «Questa pizza – commenta l’amministratore delegato – è perfetta per sviluppare un segmento superpremium in GDO ma è interessante anche per ampliare l’offerta delle strutture ricettive, che possono contare così su una pietanza che piace a tutti ed è adatta a qualsiasi momento della giornata». Anche per questo prodotto, l’impasto proposto è totalmente  lievitato naturalmente per 24 ore e si presenta sottile e molto alveolato. La base è completata con pomodoro 100% italiano, come per tutti i prodotti Roncadin.

Nel 2017 l’azienda di Meduno ha realizzato un fatturato di 108 milioni di euro, chiudendo in attivo nonostante la battuta d’arresto dovuta all’incendio che nel settembre scorso ha gravemente danneggiato la produzione. L’azienda si è dimostrata solida e pronta a reagire, ripartendo con la produzione dopo 72 ore e ricostruendo in 11 mesi una nuova linea produttiva attivata in un nuovo stabilimento all’avanguardia per tecnologia ed ecosostenibilità. A ricostruzione completata ed entro un quinquennio, l’obiettivo di Roncadin è di arrivare a raddoppiare, raggiungendo circa 200 milioni di euro di fatturato e con una produzione di 1 milione di pizze al giorno.

Commenti (0)
Comment