Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Domenica l'inaugurazione

Sport
27 settembre 2018

Trieste riabbraccia il Campo di Giarizzole

di redazione (fonte ICOP)
Un intervento da 400 mila euro sostenuto interamente dalle imprese impegnate nei lavori della Piattaforma logistica del Porto
CONDIVIDI
26864
Sport
27 settembre 2018 di redazione (fonte ICOP)

ICOP spa, impresa esecutrice dei lavori per la realizzazione della nuova Piattaforma logistica del Porto di Trieste, annuncia che domenica 30 settembre, alle 12.30, alla presenza del vescovo di Trieste Giampaolo Crepaldi e del sindaco Roberto Dipiazza, sarà inaugurato a Trieste il campo di calcio di Giarizzole, completamente ristrutturato.

La Casa del giovane, con l’attiguo campo di Giarizzole, negli Anni ’70-’80 è stato un importante centro di aggregazione giovanile del quartiere, un rione periferico densamente abitato, che si è sviluppato a ridosso della zona produttiva della città. Nel tempo il centro aveva perso la funzione originaria per la mancanza delle risorse necessarie al suo mantenimento; anche il campo di calcio, inizialmente a disposizione delle società sportive, era stato abbandonato e gran parte degli spazi esterni erano diventati inagibili.

Icop, capogruppo dell’Ati delle imprese esecutrici dei lavori della Piattaforma Logistica, ha coinvolto in questo progetto i professionisti e le aziende impegnate nella realizzazione dei lavori, ottenendo da parte di tutte sostegno all’iniziativa. In tal modo è stato possibile realizzare l’intervento di demolizione e di ricostruzione del campo di calcio e delle annesse tribune, il cui costo, di circa 450.000 euro, è stato interamente sostenuto dalle aziende.

“Riteniamo – commenta Vittorio Petrucco, presidente della ICOP – che questo intervento rappresenti un esempio concreto e significativo di responsabilità sociale d’impresa e un segno di attenzione del mondo produttivo nei confronti del territorio che lo ospita, nella stretta collaborazione tra realtà molto diverse quali il mondo delle imprese e quello dell’associazionismo”. 

Commenti (0)
Comment