Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presentata "Trieste Next"

Cultura e Spettacolo
18 settembre 2018

Quale confine fra biologico e biotecnologico?

di redazione (fonte Trieste Next)
In arrivo tre giorni di grandi ospiti e attività in piazza per raccontare il rapporto fra scienza e natura
CONDIVIDI
26746
(ph. Comune Trieste)
Cultura e Spettacolo
18 settembre 2018 di redazione (fonte Trieste Next)

Medicina personalizzata, terapia genica, intelligenza artificiale, uomo “aumentato” da protesi bioniche e cibernetiche, varietà agricole high tech, controllo del clima, economia circolare: questi sono alcuni degli argomenti con cui Trieste Next 2018 dal 28 al 30 settembre esplorerà il confine fra natura e tecnologia.
La manifestazione, presentata oggi durante la conferenza stampa in sala Tergeste del Municipio di Trieste, offrirà inoltre una riflessione “orizzontale” sulla questione delle fake news scientifiche.

Titolo della settima edizione del festival è NatureTECH: il sottile confine fra biologico e biotecnologico.

Ospiti di spicco quest’anno saranno la senatrice a vita ed esperta di cellule staminali Elena Cattaneo, l’ex ministra dell’istruzione e ingegnere cibernetico Maria Chiara Carrozza e il medico virologo attivo nella lotta alla disinformazione medica Roberto Burioni. Ci sarà anche Andrea Segrè, l’ideatore del Last Minute Market. Un contributo sostanziale alla manifestazione lo darà AIRC, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, che porterà a Trieste molti dei suoi ricercatori di punta.

Oggi alla conferenza stampa sono intervenuti Angela Brandi, assessore all’educazione, scuola, università e ricerca del Comune di Trieste, Maurizio Fermeglia, rettore dell’Università degli Studi di Trieste, Antonio Maconi, direttore di Trieste Next e senior partner di ItalyPost, Sergio Paoletti, presidente di Area Science Park, Tiziana Gibelli, assessore alla cultura e allo sport della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Tiziana Benussi, vicepresidente del Cda di Fondazione CRTrieste, Guido Perelli Rocco, presidente AIRC Comitato Friuli Venezia Giulia e Massimiliano Kropf, amministratore delegato Eurospital.

La sera del 28 settembre, in concomitanza con il festival, si svolgerà anche a Trieste La Notte Europea dei Ricercatori-SHARPER, evento organizzato in contemporanea in centinaia di città europee. Novità dell’edizione 2018 è anche il riconoscimento da parte dell'Ordine dei Giornalisti di nove interventi del festival come eventi validi per il conseguimento dei crediti formativi annuali obbligatori per gli iscritti all'Ordine.

Il calendario completo della manifestazione è disponibile sul sito di Trieste Next, insieme alla lista completa dei relatori con le relative biografie.

Trieste Next 2018 è promosso da Comune di TriesteUniversità degli Studi di TriesteItalyPost, Area Science Park e International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology - ICGEB (ente promotore guest). Content partner di Trieste Next 2018 è AIRC, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, mentre l’ente co-promotore della manifestazione, che gode anche del patrocinio di ESOF 2020, è la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Partner dell’evento sono Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico OrientaleEurospitalFincantieri Lima Corporate. Trieste Next, che gode del contributo di Fondazione CRTrieste, è un progetto di Trieste Città della Conoscenza, la rete che unisce le realtà delle ricerca triestina e promuove il dialogo fra scienza e cittadini, curato da Goodnet Territori in Rete.

Commenti (0)
Comment