Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Dal 22 settembre al 3 ottobre

Attualità
03 agosto 2018

A Roma per Giulio. In bici

di Andrea Doncovio
Ha fatto tappa a Cervignano la presentazione del progetto promosso dai BisiachInBici per consegnare alle massime istituzioni una lettera della famiglia Regeni
CONDIVIDI
26379
Alcuni dei partecipanti alla serata di Cervignano, assieme ai genitori di Giulio Regeni
Attualità
03 agosto 2018 di Andrea Doncovio Image

C’erano anche Paola e Claudio Regeni, genitori di Giulio – il ricercatore di Fiumicello ucciso al Cairo tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio 2016 – all’evento organizzato a Cervignano del Friuli dall’associazione Corima, per promuovere una serie di iniziative nella campagna nazionale e internazionale “Verità per Giulio Regeni”.

L’occasione era la premiazione – all’interno dell’UFFICIna Coworking & Bistrot di via Mazzini – del contest fotografico “1 foto per Giulio” per l’ambito Cervignano-Fiumicello, cui hanno partecipato 200 persone, facendo registrare oltre 10 mila interazioni a livello social.

Nella categoria Facebook il primo premio è stato assegnato ad Alessandra Ale, seguita da Raffaella Bernardi ed Enzo Andrian. Nella categoria Twitter, bis per Alessandra Ale, seguita da Guido Baggi e Sara Scarel.

Menzioni speciali sono state riservate a Federica Maule, Rosella Lepre, Pattinaggio Fiumicello, Corima, Paola Tognon, Sara Leggeri, Gabriella Fruianu, Anna Di Lorenzo.

La serata è stata anche l’occasione per rilanciare l’appuntamento “A Roma per Giulio Regeni”, ciclostaffetta che partirà sabato 22  settembre da Duino Aurisina per concludersi il 3 ottobre a Roma, dove verrà recapitata dai partecipanti una lettera della famiglia Regeni, nella quale spiegherà i risultati raggiunti finora e ciò che sarebbe necessario fare per ottenere la verità su ciò che è realmente successo nel gennaio di due anni fa in Egitto.

“Partiremo dal Collegio del Mondo Unito – hanno spiegato Alessio Russi, Paolo Biasi, Sandro Sandrin e Luciano Di Just dei Bisiachinbici, associazione promotrice dell’iniziativa – scuola frequentata da Giulio nella sua sede del New Mexico, e arriveremo, attraverso un viaggio a tappe, a Roma. Dopo una sosta a Ronchi dei Legionari, raggiungeremo Fiumicello, luogo di residenza di Giulio, della sorella Irene e dei genitori Paola e Claudio. Da qui tutti coloro i quali vorranno potranno accompagnare gli staffettisti, anche per brevi tratti”.

L’organizzazione sta lavorando anche a una tappa simbolica a Cervignano del Friuli, presso il liceo scientifico “Albert Einstein”.

Per chi volesse aderire all’iniziativa come associazione/ente, oppure anche come singolo per aiutare nell’organizzazione, può scrivere a ciclostaffettapergiulio@gmail.com

Commenti (0)
Comment