Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Con l’etichetta OKelvin

Società
19 luglio 2018

Progetti di impresa, studenti del Malignani secondi in Europa

di redazione (fonte Cciaa UD)
Sul podio i ragazzi della 3° Cmab a Belgrado, distinti fra 39 diverse realtà di altrettanti Paesi
CONDIVIDI
26124
Società
19 luglio 2018 di redazione (fonte Cciaa UD)

Primi in FVGPrimi in Italia. E ora il secondo posto in Europa. Si sono fatti valere ancora gli studenti del Malignani di Udine, ieri a Belgrado alla finalissima europea di Junior Achievement  (JA), il progetto che supporta i ragazzi delle superiori nello sviluppo delle proprie idee d’impresa fino all’arrivo sul mercato. I giovani della 3° Cmab, accompagnati dai professori e coordinatori di progetto Renato Polo e Stefano Bareggi, si sono  distinti fra 39 progetti d’impresa finalisti da altrettanti Paesi, con la loro «etichetta magica» OKelvin, in grado di rendere evidente, colorandosi diversamente, se un vino è conservato o servito alla temperatura corretta, grazie a due inchiostri termocromatici. L’etichetta può essere adeguata anche ad altri tipi di beni e prodotti che necessitano un controllo della temperatura.

Il percorso è stato affiancato tecnicamente, come “dream coach”, dalla dirigenza dell’Amb di San Daniele, azienda che ha creduto nel progetto e continuerà a supportarlo nella sua realizzazione. «Per la Camera di Commercio di Udine, partner proprio da quest'anno di Junior Achievement Italia, è stato un onore "tenere a battesimo" l’impresa di questi ragazzi, che hanno dimostrato uno studio eccellente dell’idea e del prodotto, anche dal punto di vista della presentazione e della promozione – commenta il presidente Giovanni Da Pozzo –. Un motivo di orgoglio per l’ente camerale, che punta sempre più sulla nuova competenza di orientamento al lavoro e alle professioni affidata dalla riforma. Ma motivo d’orgoglio per tutto il nostro territorio, che sa esprimere valore ed eccellenza, e con il progetto JA ci fa davvero ben sperare per avvicinare sempre più giovani al mondo dell’impresa. Essere imprenditori richiede coraggio, creatività e determinazione e questi giovani hanno le caratteristiche giuste: un plauso a tutta la squadra, ai docenti, alla scuola e a JA Italia e i migliori auspici per il futuro di questi giovanissimi imprenditori».

Un plauso a cui si è unito quello del Comitato giovani imprenditori della Cciaa, tramite le parole del suo presidente Fabio Passon, che ha ricordato «quanto crediamo in questo progetto e l’impegno dei gruppi giovani delle categorie economiche per promuoverlo tra scuole e imprese. Questo grande risultato è perfetto per lanciare la prossima edizione di Junior Achievement qui in regione, per cui siamo già al lavoro e per cui confidiamo nella partecipazione di sempre più scuole e nel coinvolgimento di tante imprese».

La soddisfazione del team di OKelvin si è fatta sentire in diretta da Belgrado. «In Europa il programma ha visto 350 mila studenti partecipanti e la creazione di 26mila mini imprese – racconta il professor Polo parlando a nome di tutti –. Essere arrivati secondi, come rappresentanti dell’Italia, tra tanti team fortissimi è stata un’esperienza straordinaria. Ringraziamo tutti gli sponsor, le associazioni e le istituzioni che ci hanno supportato».

Gli studenti coinvolti sono Alberto Battigelli, Andrea Marnich, Matteo Dorigo, Gioia Zanello e Caterina Armasaru.

Commenti (0)
Comment