Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Dal 14 al 21 luglio

Società
09 luglio 2018

Arte e cultura nelle Valli del Natisone

di redazione (fonte CTA Gorizia)
Una prima nazionale, molte prime regionali, due progetti speciali per il festival itinerante. Attesa per Marco Paolini
CONDIVIDI
26035
Marco Paolini (ph. Festival delle Valli del Natisone)
Società
09 luglio 2018 di redazione (fonte CTA Gorizia)

Otto giorni di spettacoli, di camminate teatrali nel verde, di narrazioni e musica, di burattini e marionette che vedono protagonisti artisti e compagnie provenienti da Slovenia, Spagna, Francia, Senegal, Repubblica Ceca, Argentina e Italia.

Una prima nazionale, molte prime regionali, due progetti speciali, venti spettacoli come sempre disseminati tra i boschi e i piccoli paesi dai nomi che sfidano le lingue e impegnano i navigatori satellitari. Tutto questo è il Festival delle Valli del Natisone, in programma dal 14 al 21 luglio.

Ecco allora il ritorno delle fortunate passeggiate teatrali, tutti i pomeriggi con un percorso nella natura dedicato alla fiaba di Hänsel e Gretel a cura di Massimiliano Donato e Marta Riservato, e il Tecno-filò di Marco Paolini, di nuovo nelle Valli dopo la serata con Jack London di alcuni anni fa.

Ecco il travolgente Cappuccetto rosso senegalese del Ker Théâtre e una raffinata e divertente Anna Karenina ceco-slovena con Fekete Seretlek/Studio Damúza. Ecco il cabaret multilingue, mitteleuropeo e balcanico, di Sandra Mangini e una Tauromachia franco-ispanica per burattini.

Ma le teste di legno si riprenderanno la scena anche nel Pinocchio rivisitato dal Laborincolo, nel Racconto d’estate di Patrizio Dall’Argine e nel Trovatello di Gigio Brunello e Gyula Molnár.

E infine ricordiamo che gli sconfinamenti saranno anche fisici, con la narrazione itinerante di Luisa Battistig che quest’anno porterà oltre frontiera, e con la doppia proposta del Cta:  A spasso con Olivia andrà in scena “a specchio” in Italia e in Slovenia, con un’attrice italiana e una slovena nelle due lingue.

Il programma completo è consultabile sul sito www.festivaldellevallidelnatisone.net

Commenti (0)
Comment