Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presentata l’avventura di Ciani e Fadelli

Sport
04 giugno 2018

Due vespisti friulani in viaggio verso le Canarie

a cura della redazione
Dopo Capo Nord un altro viaggio su due ruote per coronare il loro obiettivo: raggiungere tutti e quattro i punti cardinali d'Europa
CONDIVIDI
25617
Denis Ciani ed Edi Fadelli
Sport
04 giugno 2018 della redazione

Raggiungere i quattro punti cardinali d’Europa a bordo di una Vespa. Un progetto che, nelle intenzioni di Denis Ciani ed Edi Fadelli, potrà essere portato a termine nell’arco di 4 anni. Il primo viaggio è già stato archiviato nel 2017, con il raggiungimento di Capo Nord in sella a due Vespa Px.

Nel 2018 si punta all’estremo più a Sud, e quindi alle isole Canarie. La partenza è già fissata: i due ‘cavalieri’ partiranno alla volta dell’arcipelago spagnolo venerdì 8 giugno e, percorrendo poco meno di 10 mila chilometri in due settimane, faranno rientro in Friuli per i primi giorni di luglio.

I commenti dei protagonisti - I due temerari, soci dei Vespa Club di Udine e Porcia, sono determinati e ansiosi di partire: «Questo viaggio – racconta Ciani – vuole essere una continuazione di quello a Capo Nord. Attraverseremo il sud della Francia, la Spagna, il Marocco e il Portogallo, portando con orgoglio la bandiera del Friuli in tutti i Paesi che visiteremo». Fadelli parla dello spirito del viaggio: «Andiamo alla ricerca di qualcosa di nuovo: persone, territori e culture. La sfida è molto intrigante perché al nord abbiamo trovato freddo, pioggia e neve, al sud ci attende tanto caldo. Vedremo cosa accadrà. Ovviamente cercheremo di divertirci e di goderci questa avventura». Le Vespa utilizzate saranno sempre i Px 200 del 1982 che sono arrivati fino a Capo Nord.

La partenza – La partenza è fissata per venerdì 8 giugno alle 10.30 da San Vito al Tagliamento, dalla sede della cooperativa Futura (nella zona industriale Ponterosso). Una realtà che seguirà i due vespisti lungo tutto il viaggio, aggiornando il blog dedicato, come spiega la responsabile comunicazione di Futura, Francesca Benvenuto: «Seguiremo i cavalieri per il secondo anno dando il nostro contributo con le risorse di cui disponiamo: sarà Giovanna ad aggiornare ogni giorno il ‘diario di bordo’ di questo viaggio». Tutti gli aggiornamenti saranno disponibili all’indirizzo cavalierinvespa.wordpress.com.

Il sostegno di Repsol – Per la loro avventura, i due vespisti friulani possono contare sull’appoggio di Repsol, il colosso di petrolio e gas presente anche in MotoGp. I due vespisti hanno ricevuto  il vestiario e il materiale tecnico per il viaggio, e il 12 giugno sono attesi nella sede di Repsol, a Madrid, per il lancio dell’iniziativa. Molti anche gli sponsor friulani che hanno voluto stare vicino a Ciani e Fadelli, tra questi la Cantina Ramuscello. 

Commenti (0)
Comment