Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Entra nel vivo la 37^ edizione

Cultura e Spettacolo
31 maggio 2018

Gorizia, i magnifici otto del Premio Amidei

di redazione (fonte Premio Amidei)
Decretata a Roma la rosa dei film in concorso. Eccoli nel dettaglio
CONDIVIDI
25581
Una scena di "Chiamami col tuo nome"
Cultura e Spettacolo
31 maggio 2018 di redazione (fonte Premio Amidei)

Selezionata la rosa dei film in concorso alla 37a edizione del Premio Internazionale alla Migliore Sceneggiatura “Sergio Amidei” che si terrà dal 12 al 18 luglio a Gorizia al Palazzo del Cinema-Hiša Filma e il Parco Coronini Cronberg.

La giuria che ha scelto i titoli in concorso è composta dagli sceneggiatori Massimo Gaudioso e Doriana Leondeff, dallo sceneggiatore e regista Francesco Bruni, dal regista Marco Risi, dalla produttrice Silvia D’Amico e dall’attrice Giovanna Ralli, a cui si unisce quest’anno il regista e sceneggiatore Francesco Munzi che, in vista del futuro verdetto, ha dichiarato: “Premierò il film che confermerà il cinema come luogo di avanguardia, creatività, ricerca, invenzione di prototipi e nuovi sguardi”.

L’originalità e la capacità di sperimentare nuove formule narrative così come l’attenzione alla realtà sociale e ai temi emergenti del mondo contemporaneo sono gli elementi di valutazione alla base del riconoscimento che sarà conferito a una delle pellicole presenti nella rosa dei film di quest’anno.

In corsa per il Premio 2018 i seguenti titoli: Easy – Un viaggio facile facile (Italia, Ucraina, regia e sceneggiatura: Andrea Magnani), Chiamami col tuo nome (Call Me by Your Name; Italia, Francia, Brasile, USA; regia: Luca Guadagnino, sceneggiatura: Luca Guadagnino, James Ivory), Nico, 1988 (Italia, Belgio, regia e sceneggiatura: Susanna Nicchiarelli), L’insulto (L’insulte, Libano, regia: Ziad Doueiri, sceneggiatura: Ziad Doueiri, Joelle Touma), L’ora più buia (Darkest Hour, Gran Bretagna, regia: Joe Wright, sceneggiatura: Anthony McCarten), La casa sul mare (La Villa, Francia, regia: Robert Guédiguian, sceneggiatura: Serge Valletti, Robert Guédiguian), Loveless (Nelyubov, Russia, regia: Andrej Zvyagintsev, sceneggiatura: Oleg Negin), Come un gatto in tangenziale (Italia, regia: Riccardo Milani, sceneggiatura: Furio Andreotti, Giulia Calenda, Paola Cortellesi, Riccardo Milani).

Fuori concorso saranno proiettati Dogman (Italia, regia: Matteo Garrone, sceneggiatura: Matteo Garrone, Massimo Gaudioso, Ugo Chiti) - omaggio al giurato del Premio Amidei - che vanta l’interpretazione di Marcello Fonte premiato come migliore attore a Cannes 2018 e il film drammatico Tre manifesti a Ebbing, Missouri (Three Billboards Outside Ebbing, Missouri; USA, Regno Unito; regia e sceneggiatura: Martin McDonagh).

Come ogni anno, oltre alla sezione centrale dedicata al Premio alla Migliore Sceneggiatura, il Premio Amidei proporrà al pubblico appassionanti momenti di confronto, dialogo e approfondimento sviluppati attorno al ruolo della sceneggiatura nel cinema.

Commenti (0)
Comment