Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Vittoria al concorso nazionale di Cesena

Attualità
18 maggio 2018

Gorizia, la Oton Župančič prima in Italia per il coding

a cura della redazione
La classe seconda della scuola primaria di via del Brolo premiata per il progetto di programmazione al computer dedicato alla storia del pittore e scrittore Milko Bambič
CONDIVIDI
25387
Gli alunni goriziani premiati a Cesena
Attualità
18 maggio 2018 della redazione

Gli alunni della classe seconda della scuola primaria con lingua d’insegnamento slovena di via del Brolo a Gorizia hanno realizzato un progetto di coding (programmazione al computer) dedicato alla storia del pittore e scrittore Milko Bambič.

Sotto la guida dell’insegnante Anna Roversi  e della programmatrice Sara Scarazzolo, madre di un alunno della classe, i bambini goriziani hanno realizzato un videogioco, il cui scopo è quello di conoscere l’artista triestino.

Il lavoro è iniziato lo scorso novembre, quando durante il progetto di informatica hanno imparato i comandi base del computer. All’inizio non hanno utilizzato il PC, ma ogni alunno ha simulato il ruolo di un robot eseguendo i comandi impartiti. Poi hanno continuato disegnando gli sfondi e i personaggi per il videogioco. Infine hanno registrato in due lingue (italiano e sloveno) i discorsi e le istruzioni che accompagnano il giocatore attraverso la storia di Bambič. Al progetto hanno partecipato tutti e 23 gli alunni della classe e per la realizzazione del gioco hanno utilizzato il programma Scratch.

Venerdì 27 aprile sono poi partiti alla volta di Cesena per partecipare alle finali nazionali delle Olimpiadi di problem solving e coding, concorso nazionale sostenuto dal Ministero della Pubblica Istruzione al quale hanno partecipato più di 23.000 alunni di scuola primaria e secondaria.

La classe ha presentato al pubblico e alla giuria la sua realtà scolastica e il progetto attraverso un video e una spiegazione live, dimostrando creatività, capacità di lavorare in gruppo, di programmare un videogioco e di sostenerne una presentazione dal vivo.

I giudici sono rimati particolarmente colpiti dai risultati che bambini di sette anni hanno dimostrato di poter raggiungere e non hanno avuto dubbi nell’assegnare il primo premio, consistente anche in un set per la realizzazione di robot che verrà utilizzato dalla scuola Župančič il prossimo anno scolastico.

Chi volesse vedere il risultato della loro creatività e contemporaneamente conoscere Milko Bambič può farlo sul sito https://scratch.mit.edu/projects/205994316/

Commenti (0)
Comment