Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nel week end torna "ProWein"

Turismo
14 marzo 2018

Il vino del FVG alla sfida internazionale

di Andrea Zuttion
64 aziende del territorio regionale alla rassegna fieristica di Dusseldorf per promuovere le proprie eccellenze
CONDIVIDI
24457
(ph. Ufficio stampa ERSA)
Turismo
14 marzo 2018 di Andrea Zuttion Image

ProWein, la “Messe” di Düsseldorf (Germania) in programma da domenica 18 a martedì 20 marzo, una delle più grandi fiere al mondo dedicate al vino e ai liquori, rappresenta uno  dei luoghi migliori per mettere in mostra le eccellenze del territorio regionale. E il Friuli Venezia Giulia, grazie all’organizzazione dell’Ersa, Agenzia regionale per lo sviluppo rurale, si presenta con numeri da record all’appuntamento anche quest’anno, con i suoi vini che troveranno spazio in un’area di oltre  300 mq dislocata nel Padiglione 15, allestita secondo  la formula espositiva  già utilizzata con successo in manifestazioni come  Vinitaly e Vinexpo. 

L'ottavo anno di presenza dell'Ersa come regista della partecipazione regionale alla rassegna, vede un nuovo record assoluto nel numero di aziende vitivinicole regionali partecipanti alla collettiva:  64 aziende rappresentative di tutto il territorio regionale. I protagonisti a Düsseldorf saranno il gusto e la qualità dei vini made in FVG, ma anche il territorio ricco di bellezze artistiche e naturalistiche e di biodiversità che rende unici questi vini. 

"Il territorio del Friuli Venezia Giulia – commenta l'Assessore alle risorse agricole e forestali Cristiano Shaurli –  ha una naturale vocazione alla viticoltura grazie al suo clima e a terreni così diversi tra loro che ne fanno un luogo predestinato alla produzione di vini eccezionali. L'obiettivo ora,  è di farli conoscere sempre di più al mondo partendo in primis dai professionisti del settore presenti in massa a Düsseldorf; i dati positivi dell'export vitivinicolo ci stanno dando ragione e la presenza record degli stessi produttori oltre ad essere motivo di orgoglio ne è la migliore testimonianza. Come sempre poi, uniremo i nostri vini al nostro territorio perché è quello che li rende unici e perché vogliamo che sempre più persone conoscano il Friuli Venezia Giulia anche attraverso la qualità dei suoi prodotti".

Fiera leader dell’industria internazionale del vino e degli alcolici, ProWein ha festeggiato nel 2014 il suo 20° anniversario. Nell’ormai lontano 1994 era chiamata Pro-Vins e contava 321 espositori provenienti da 9 Paesi e 1.517 visitatori, principalmente dalla Germania e dalla Francia. Oggi a Düsseldorf arrivano oltre 6.600 espositori provenienti da 295 territori di produzione di 60 Paesi di Europa, America, Africa, Asia ed Oceania, per un’affluenza di pubblico che supera i 60.000 visitatori internazionali (58.500 specializzati). Si tratta un target composto soprattutto da figure professionali fortemente specializzate nel settore enologico come importatori, commercianti al dettaglio e all’ingrosso, rappresentanti di Gdo e di prestigiose enoteche, ma anche dell’industria alberghiera e della ristorazione, provenienti da 130 nazioni”. Il 96% del pubblico specializzato ha raggiunto i propri obiettivi alla ProWein 2017 rimanendo soddisfatto dei risultati. Restando ancora sui dati del 2017, il 75% dei partecipanti faceva parte del management di categoria superiore e media, i visitatori provenivano dalla Germania e inoltre da America (11 %, incluse America meridionale, centrale e Canada) il 6 % dall’Asia, il 20 % dal Benelux. l’8 % dalla Francia. il 6 % dall’Italia, il 14 % dall’Europa dell’Est, il 4 % dall’Austria, il 4 % dalla Svizzera, il 10 % dalla Scandinavia e il 6 % da Regno Unito e Irlanda. Fedele al motto “ProWein goes city”, la fiera ha esteso il suo raggio d’azione a ben 50 location  nella città.

La “Messe” si articola in mostre speciali, seminari e masterclass, dove si presentano con sistematicità gli sviluppi e le novità più importanti. Qui si può scoprire quali sono le maggiori tendenze del settore   discutendo personalmente delle proprie ambizioni con altri viticoltori ed esperti. Diversamente da altre fiere ProWein realizza un concetto di B2B vero: l’accesso al solo pubblico specializzato. Pertanto, ogni singolo contatto è professionale. Oggi, infatti,  in questo settore sempre di più  il successo viene deciso dalle caratteristiche di eccellenza, dai concetti di marketing e da un portfolio creato con intelligenza.

Commenti (0)
Comment