Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Guarda le foto online

Turismo
13 febbraio 2018

Monfalcone invasa dalle maschere

di Livio Nonis
Successo di pubblico per il Carnevale Monfalconese: dalla Cantada in piazza alla sfilata lungo le vie della città, una giornata all'insegna del divertimento
CONDIVIDI
24000
(ph. iMagazine)
Turismo
13 febbraio 2018 di Livio Nonis Image

Un martedì grasso monfalconese da ricordare. Grazie  al tempo atmosferico ideale, la giornata che concludeva il 134° carnevale monfalconese è andata oltre le più rosee aspettative.

La città dei cantieri si è svegliata alla buon’ora e in tutti i rioni si sentiva profumo non solo di “crostoli e frittelle” ma anche i tradizionali rebecchini che venivano offerti quando passava la banda, o durante l'avvicinamento del trio più atteso: Sior Anzoleto con la “sposa” monfalconese autoctona Agnese Devetta, (è stata la 54ª sposa che Orlando Manfrini ha portato sul palco) e il Notaio Toio Gratariol (alias Gian Carlo Blasini).

La Cantada, momento clou della mattinata, cioè la lettura del testamento in “Piazza Grande”, è puntualmente avvenuta alle ore 12 alla presenza di moltissimi “bisiachi”. Un testamento come sempre ironico che ha spaziato dalla politica nazionale a quella locale, con le solite “tacade” ai politici, senza dimenticare nessuno per la par condicio... E quindi il popolo bisiaco ha cantato a squarciagola, accompagnato dalla banda cittadina, tutte le canzoni nostrane.

Nel primo pomeriggio il via alla tradizionale sfilata di carri allegorici, provenienti un po' da tutta la regione e anche dal Veneto, e dei numerosi gruppi mascherati, con l’accompagnamento di ballerine brasiliane e sbandieratori, tutto condito da una nutrita e colorata partecipazione di pubblico.

Nella categoria carri vittoria di "Ridi che ti passa Circus" di San Stino Livenza nella categoria carri (secondo classificato "L'amore in gondola" - Jesolo; terzo classificato "Tornemo alle spade" - Medeazza); tra i gruppi si è imposto "I popoli del Sol Levante" della Banda del Quaiat di Romans d'Isonzo nella categoria gruppi (secondi "Qualche volta xe meio far l'indian" - Gropada; terzi "Gavemo le scatole piede de..." - Monfalcone).

Commenti (0)
Comment