Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presentata la rassegna "Note Nuove"

Cultura e Spettacolo
09 febbraio 2018

A Udine la musica magica di Kenny Barron

di redazione (fonte Ufficio stampa Euritmica)
Ad aprile l'arrivo in Friuli di uno dei migliori pianisti del mondo. Previsto anche il ritorno di Francesco De Gregori
CONDIVIDI
23632
Kenny Barron (© John Sann)
Cultura e Spettacolo
09 febbraio 2018 di redazione (fonte Ufficio stampa Euritmica)

Per chi crede alla simbologia dei numeri, l’11 esprime l’illuminazione e l’ottica visionariaNote Nuove, la rassegna ideata e promossa da Euritmica, con il sostegno della Regione FVG e il patrocinio del Comune di Udine, una piattaforma di confronto delle trasformazioni della musica contemporanea, giunge alla sua undicesima edizione e lo fa – spiega il direttore artistico Giancarlo Velliscig – “con la consapevolezza di aver sempre portato a Udine e in regione artisti capaci di "inventare" linguaggi innovativi, con una visione mai statica della musica. Oltre a ciò Note Nuove sarà ancora una volta il palcoscenico delle più interessanti e valide proposte musicali del territorio”.

Il cartellone di #NoteNuove11 avrà anche un’appendice estiva, nella quale è previsto, per il 24 luglio, il ritorno di Francesco De Gregori e una parentesi dedicata alle produzioni di qualità del territorio con due musical e uno spettacolo-tributo a due grandi poeti friulani recentemente scomparsi: Leonardo Zanier e Pierluigi Cappello.

S’inizia il 21 febbraio a Udine con uno speciale concerto di James Senese Napoli Centrale, che festeggia sul palco del Teatro Palamostre (con inizio alle 21) il traguardo dei 50 anni di carriera e l’uscita di un nuovo album live doppio.

Il 7 marzo, sempre al Palamostre di Udine, Note Nuove desidera rendere omaggio al mondo femminile con il musical “Ode a Tina”, un doveroso tributo al genio artistico e all’incredibile vicenda umana della friulana Tina Modotti, fotografa, attrice, rivoluzionaria, splendente icona del Novecento. Si tratta di una produzione della Corale Polifonica di Montereale Valcellina che mette in scena una sorta di musical popolare, vocale e recitativo, che racconta la storia di questa straordinaria donna friulana che visse da protagonista, con palpitante partecipazione e grande sensibilità artistica, episodi storici del primo novecento.

Mercoledì 21 marzo il Teatro Palamostre ospiterà una serata interamente dedicata a due grandi poeti e intellettuali friulani da poco scomparsi: Leonardo Zanier e Pierluigi Cappello. Lo spettacolo “Quando muore un poeta…” vedrà protagonisti, in una doppia performance, il cantautore carnico Lino Straulino, che ha da poco pubblicato un album dal titolo “Ogni sera: Straulino canta Zanier” e la cantante e compositrice Elsa Martin, con “La Via dei Canti - dedica a Pierluigi Cappello”.

Il programma prosegue a Udine il 28 marzo, con il secondo dei due musical. In scena al PalaMostre una delle opere rock più amate della storia: “Jesus Christ Superstar”. Scritta nel 1970 da Andrew Lloyd Webber e Tim Rice, l’opera narra l’ultima settimana di vita di Gesù a partire dal suo ingresso a Gerusalemme, dal punto di vista di Giuda. Inizialmente censurato dalla BBC e definito “sacrilego”, nel 1971 l’album dell’opera arrivò in cima alle classifiche negli Stati Uniti e si rivelò la base di lancio per numerose produzioni a Broadway e nel West End. Questa produzione è firmata da Nathan Vitta per Twenty Count ed è diretta da Leonardo Zannier, che interpreta anche la parte protagonista di Giuda, assieme ad un organico di 8 cantanti, una band di 6 musicisti, un corpo di ballo e un coro. Una produzione imponente e spettacolare.

Il 10 aprile giunge in Friuli Venezia Giulia, Kenny Barron uno dei migliori pianisti al mondo, vincitore degli Awards 2017 per la Jazz Journalists Association, come pianista dell’anno.

Barron, nato nel 1943 a Philadelphia, inizia la sua ascesa verso l’Olimpo del pianismo jazz negli anni '60, suonando al fianco di Dizzy Gillespie. Genio del be-bop, tecnica sopraffina, sperimentazione sonora e uso di preziose e inconsuete tessiture armoniche sono le caratteristiche che rendono il suo stile unico. Difficile dire chi, tra i nomi eccellenti del jazz contemporaneo, Kenny non abbia accompagnato: parliamo di Stan Getz, Yusef Lateef, Freddie Hubbard, Roy Haynes, Dave Holland… Dagli anni ottanta, il pianista americano predilige nelle sue performance la formula solistica e in “piano solo” si esibirà anche al PalaMostre di Udine.

Si rinnova anche per gli appuntamenti di Note Nuove 11 la proposta forte di Euritmica che intende favorire la partecipazione dei giovani ai concerti. Gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado (Conservatori inclusi) entreranno agli spettacoli di Note Nuove con un biglietto speciale al prezzo simbolico di € 1. Per prenotare tali biglietti basterà inviare una mail di richiesta a stampa@euritmica.it

Commenti (0)
Comment