Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Valutazione dell'Anvur

Attualità
06 febbraio 2018

Udine, Università promossa in qualità

di redazione (fonte Ufficio stampa Uniud)
Giudizio pienamente positivo da parte della commissione di esperti che aveva visitato le strutture universitarie nel mese di dicembre 2016
CONDIVIDI
23555
La visita in Ateneo della Commissione di esperti di valutazione Cev nominata dall'Anvur (ph. uniud)
Attualità
06 febbraio 2018 di redazione (fonte Ufficio stampa Uniud)

L’Anvur (Agenzia nazionale di valutazione università e ricerca) ha accreditato, con giudizio pienamente positivo, l’Università di Udine e tutti suoi corsi di studio per la durata massima consentita dalla normativa vigente, ovvero cinque anni. L'accreditamento periodico delle sedi universitarie e dei corsi di studio è un adempimento obbligatorio istituito nel 2013 dal Miur, secondo il quale l'Anvur certifica il livello di qualità degli atenei valutando numerosi aspetti relativi alla didattica, alla ricerca, al trasferimento tecnologico, all'organizzazione, alle strutture e, in base al livello di qualità misurato, conferisce o meno l'accreditamento, ovvero l'autorizzazione a svolgere le proprie funzioni a livello di didattica, ricerca e terza missione.

«Il giudizio pienamente positivo conseguito dall’Università di Udine – ha dichiarato il rettore Alberto De Toni – ci rende molto felici e orgogliosi e consentirà all'ateneo di continuare a svolgere le sue funzioni di didattica, ricerca e terza missione, nonché di continuare l'attivazione annuale di tutti i suoi corsi di studio, fino alla prossima visita di accreditamento periodico, prevista fra cinque anni».

La valutazione viene effettuata da una commissione di esperti che visita l'ateneo e le sue sedi, svolgendo numerosi colloqui sia con il personale docente, che con il personale tecnico-amministrativo, sia con gli studenti. Una commissione di 17 esperti ha visitato l’ateneo friulano durante il mese di dicembre del 2016. La preparazione alla visita ha coinvolto oltre 400 persone che prestano servizio nell'ateneo ed è stata coordinata dal Presidio di Qualità, un organo collegiale istituito dall’ateneo nel 2013 per promuovere il miglioramento continuo della qualità dei corsi di studio, della ricerca e delle strutture didattiche.

«Questo risultato è un motivo di grande soddisfazione per tutto l'ateneo – ha evidenziato Alessandro Gasparetto, delegato del rettore per la Qualità – e in particolare per tutti gli studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo direttamente coinvolti nella preparazione della visita, per i quali questo percorso ha rappresentato anche un’importante occasione di confronto sulle tematiche della valutazione e sulle ricadute che l’applicazione di percorsi valutativi possono avere sullo sviluppo degli atenei in termini organizzativi e di scelte strategiche mirate».

Oltre all’ateneo nel suo complesso, la commissione dell’Anvur ha visitato in particolare nove corsi di studio delle sedi di Udine, Gorizia e Pordenone (Banca e finanza, Comunicazione integrata per le imprese e le organizzazioni, Comunicazione multimediale e tecnologie dell'informazione, Infermieristica, Ingegneria meccanica, Lettere, Lingue e letterature straniere, Scienze della formazione primaria, Viticoltura ed enologia) e i dipartimenti di Scienze economiche e statistiche e Scienze mediche e biologiche.

Commenti (0)
Comment