Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Ufficializzata a Udine

Attualità
05 gennaio 2018

Reti stradali, operativa la gestione unificata

di redazione (fonte Ufficio stampa FVG Strade)
Friuli Venezia Giulia Strade ha preso in carico tutte le arterie di competenza delle quattro province della regione
CONDIVIDI
23014
Da sinistra Damiani, Serracchiani, Panontin e Santoro
Attualità
05 gennaio 2018 di redazione (fonte Ufficio stampa FVG Strade)

Da inizio mese la gestione delle reti stradali regionale e provinciali del Friuli Venezia Giulia è diventata interamente competenza di Friuli Venezia Giulia Strade Spa (FVGS). Ciò per effetto della L.R. 32/2017. L’estensione della rete stradale gestita da FVGS passa quindi da 979 a 3.205 km. Anche la gestione amministrativa è stata unificata. Nell’ambito di una necessaria fase di adattamento è stata al momento mantenuta l’attuale articolazione territoriale che prevede: per la viabilità regionale e statale a gestione regionale la distribuzione per centri di manutenzione: Trieste-Gorizia, Udine, Pordenone; per la viabilità locale regionale (ex rete provinciale) la distribuzione per ambiti territoriali: Trieste-Gorizia, Udine-Tolmezzo, Pordenone.

Ai 174 dipendenti di Friuli Venezia Giulia Strade spa si sono affiancati i 155 dipendenti di provenienza regionale, per la maggior parte tecnici o personale addetto alla manutenzione. FVGS, al fine di rispondere in modo adeguato alle accresciute esigenze operative anche sul fronte amministrativo, ha previsto l’assunzione di personale con profilo professionale di tipo amministrativo-contabile. È già stato avviato il processo di selezione di undici risorse, processo nel quale è stato richiesto il supporto dell’Agenzia Regionale del Lavoro. Il personale facente parte al 31 dicembre 2017 del Servizio Regionale della Viabilità Locale è stato messo a disposizione di FVGS. I dipendenti rimangono inquadrati nei ruoli regionali e avranno tempo fino al 31 dicembre 2022 per decidere di transitare stabilmente presso la società. Attualmente i dipendenti continueranno a svolgere il proprio servizio nelle sedi abituali anche per consentire un graduale adattamento al nuovo soggetto di riferimento.

Entro il primo semestre 2018 si prevede di trasferire il personale della ex Provincia di Trieste presso gli uffici della sede di FVGS in Scala dei Cappuccini 1, mentre saranno mantenuti a Gorizia e Tolmezzo gli attuali presidi locali. La Regione metterà a disposizione un immobile in via Ferraris a Pordenone con spazi adeguati per ospitare il personale operante in quell’ambito territoriale. Il trasferimento di sede avverrà nel corso del 2018, al termine dei lavori di ristrutturazione. A Udine verranno per il momento mantenute le sedi di Via Liruti e Via della Rosta.

Si stanno infine definendo nuove procedure per attività prima non di competenza di FVGS quali la gestione delle piste ciclabili e il rilascio di autorizzazioni per le manifestazioni sportive. La fase di assestamento tra le due strutture organizzative si prevede durerà tra i 9 e i 12 mesi. In questo periodo verranno mantenuti i sistemi di organizzazione dei processi esistenti fino a dicembre 2017, mentre saranno integrate le funzioni strategiche. Successivamente si procederà alla riorganizzazione: una volta consolidato l’avvio operativo si prenderanno le “migliori pratiche” da ciascuna organizzazione, ridisegnando così i processi aziendali d’insieme. Inoltre si completerà l’ottimizzazione fisica e logistica mantenendo la distribuzione territoriale di appartenenza. L’ultima fase in programma sarà il perfezionamento dell’integrazione delle funzioni in un'unica struttura.

Dal 1° gennaio 2023 tutto il personale dovrà essere in carico a FVGS. Sin dall’inizio sarà assicurata la trasversalità delle funzioni garantendo l’uniformità dell’istruttoria in base agli standard FVGS. Conseguentemente, il rilascio di un’autorizzazione o di una concessione avrà un iter amministrativo unico, con un unico interlocutore per l’utenza a prescindere dalla competenza territoriale e viaria. Ciascuna pratica sarà gestita internamente all’azienda senza ripercussioni esterne o allungamento di tempi. Ad esempio, per la gestione dei trasporti eccezionali: dal 1° gennaio 2018 l’utenza può fare richiesta di autorizzazione, per transitare con trasporti eccezionali su tutta la rete stradale della Regione (con la sola eccezioni delle autostrade), tramite un unico portale on-line, indirizzando una sola domanda a FVGS. Il portale è già operativo. L’istruttoria è unica a prescindere che il trasporto percorra strade appartenenti un tempo a diversi enti gestori.

Tutte le novità sono state presentate in una conferenza stampa a Udine cui sono intervenuti il presidente FVGS Giorgio Damiani, la presidente della Regione FVG Debora Serracchiani e gli assessori regionali Paolo Panontin e Mariagrazia Santoro.

Commenti (0)
Comment