Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

I solisti del gusto

Società
04 gennaio 2018

Il Matajur e lo Zoncolan si incontrano nel piatto

di redazione (fonte Ufficio stampa FVG Via dei Sapori)
Partono da Ravascletto gli otto appuntamenti che scandiranno nel segno dell’alta cucina l’inverno carnico, con gli chef di "FVG Via dei Sapori"
CONDIVIDI
22989
(ph. Fabrice Gallina)
Società
04 gennaio 2018 di redazione (fonte Ufficio stampa FVG Via dei Sapori)

Sarà Teresa Covaceuszach, la Lady Chef della Trattoria Sale e Pepe di Stregna, a tenere a battesimo il 9 gennaio la rassegna invernale che vedrà sfilare a Ravascletto gli chef di Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori. A fare da cornice a questi appuntamenti gourmet, firmati dai noti chef del gruppo portabandiera da anni dell’eccellenza della gastronomia regionale, sarà il Ristorante Margò dell’Hotel La Perla, che nel 2017 è entrato a far parte del consorzio presieduto da Walter Filiputti.

Otto fra pranzi e cene, che scandiranno nel segno dell’alta cucina l’inverno carnico e vedranno via via avvicendarsi ai fornelli, dopo Teresa Covaceuszach, gli chef dei ristoranti Là di Moret di Udine (13 gennaio), Costantini di Tarcento (21 gennaio), La Subida di Cormòns (26 gennaio), Ilija di Tarvisio (5 febbraio), Vitello d’oro di Udine (20 febbraio), La Torre di Spilimbergo (26 febbraio), Lokanda Devetak di San Michele del Carso (6  marzo).

Il 9 gennaio l’appuntamento sarà per il pranzo, alle 12.30. Ad accogliere gli ospiti nella sala del ristorante sarà Sara Polo, proprietaria con la famiglia dell’Hotel La Perla. A creare il menù sarà Teresa Covaceuszach, che porterà in Carnia i sapori delle sue Valli del Natisone: un incontro simbolico, quindi, fra Matajur e Zoncolan. Si inizierà con Aringa sciocca Friultrota marinata e radicchio col “poc”, per proseguire con Polentina di grano saraceno, ricotta salata, mela e kren, Koscjcova (tradizionale zuppa invernale di mele, pere e susine essiccate). Sarà poi la volta di Fiori di patate e finocchio spontaneo e dello Spezzato di cinghiale con polenta e rape in agrodolce.

Per concludere, La neve nel bicchiere, dolce in omaggio alle nevicate che imbiancano in  questo periodo i monti del Friuli.

Commenti (0)
Comment