Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presentazione a Udine per "The New Wild"

Cultura e Spettacolo
03 gennaio 2018

Da Londra al Friuli per scoprire i "nuovi paesaggi"

di redazione (fonte Ufficio stampa CEC)
Il regista Christopher Thomson ha girato a Dordolla il documentario "Vita nelle terre abbandonate". Per raccontare un fenomeno sempre più diffuso a livello europeo
CONDIVIDI
22942
Una scena del documentario
Cultura e Spettacolo
03 gennaio 2018 di redazione (fonte Ufficio stampa CEC)

Gli ultimi sette anni li ha trascorsi a Dordolla, frazione di Moggio Udinese, e proprio a Dordolla si è sviluppata progressivamente la sua indagine. Un’indagine che parte da un fenomeno sempre più diffuso a livello europeo, quello dei “nuovi paesaggi”, e che ora ha preso la forma di un documentario tutto girato in Friuli: s’intitola The New Wild - Vita nelle terre abbandonate e lui, Christopher Thomson, lo presenterà in anteprima italiana al pubblico del Visionario di Udine lunedì 8 gennaio alle 20.30. La serata-evento si svolgerà sotto il segno del nuovo progetto Sguardi sul Friuli, firmato dal Cec/Visionario, da “Il Laboratorio” e dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Udine.

Cosa succede quando le popolazioni rurali invecchiano e si spostano, lasciandosi dietro alle spalle case (spesso interi borghi) e terreni agricoli? Succede che la natura, lentamente, riprende il posto dell’uomo, riprendendo possesso dei propri spazi, andando a disegnare “nuovi paesaggi”: gli alberi crescono dove un tempo c’erano i campi, gli animali selvatici vagano liberi tra i ruderi e, mentre le città non smettono di espandersi, certi paesi cominciano a svanire. E, assieme ai paesi, cominciano a svanire anche le storie e i ricordi…     

Scrive Thomson - londinese D.O.C. ma cittadino del mondo - nelle note di regia: «Sono letteralmente caduto dentro la necessità di questo racconto con la mia compagna, la scrittrice Sarah Waring, ma prima di girare il film sono passati quasi 5 anni. Intanto, ho elaborato il tema pubblicando libri, fotografie, mappe e a Dordolla, assieme agli abitanti, ho lanciato vari eventi culturali come Harvest: un festival internazionale di arte, agricoltura e comunità. Ora, dopo The New Wild, sto lavorando a The Postman Project: cercherò di creare nuovi rapporti tra piccoli luoghi d’Europa per mettere in circolo storie di innovazione e resilienza».

Prodotto dallo stesso Thomson (www.christopherthomson.net), sostenuto dall’Università di Innsbruck e selezionato al Black Nights Film Festival di Tallin, dove i critici lo hanno accolto con grande entusiasmo («Un’esperienza cinematografica davvero stupefacente»), The New Wild - Vita nelle terre abbandonate adesso “torna a casa”, permettendo agli spettatori friulani di riempirsi gli occhi di poesia ma anche di conoscere, da vicino, il regista inglese della Val d’Aupa.

Commenti (0)
Comment