Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Secondo diverse ricerche

Società
27 dicembre 2017

Dipendenza da smartphone, aumenta l'ansia tra i giovani

di Giovanni Langella
Gli scienziati evidenziano come il disturbo del sonno possa essere l'effetto del troppo tempo passato dinanzi ai dispositivi retroilluminati
CONDIVIDI
22920
Società
27 dicembre 2017 di Giovanni Langella

Sono diverse le ricerche che sembrano avvalorare sempre di più la tesi che un uso eccessivo dello smartphone possa causare negli adolescenti uno stato di ansia e depressione. Gli scienziati da diverso tempo mettono in evidenza come il disturbo del sonno possa essere l'effetto del troppo tempo passato dinanzi ai dispositivi retroilluminati.

Di conseguenza il disturbo del sonno porta a stati di stress e difficoltà a gestire gli impegni giornalieri. La sedentarietà unita a tutto ciò, porta all'insonnia e infine all'ansia e alla depressione. I giovani che tendono a utilizzare maggiormente i social network, il PC e lo smartphone tutti i giorni, dunque, potrebbero generare in poco tempo uno stato d'ansia.

Ansia negli adolescenti: dove risiede il problema?

Il problema principale di questo aumento dei casi d'ansia e depressione negli adolescenti è dovuto anche ai differenti stili di vita che sono cambiati nel tempo. Mai un adolescente sarebbe rimasto in casa, fino a qualche anno fa, rinunciando a giocare o passeggiare all'aria aperta per restare in camera davanti al pc.

Sempre più ragazzini, oggi, tendono a isolarsi all'interno delle mura di casa, a rifugiarsi nel mondo virtuale e a far trascorrere il tempo dinanzi allo smartphone o a qualsiasi altro dispositivo tecnologico.

L'isolamento, la creazione di un'identità sociale esclusivamente virtuale, nel tempo possono portare l'adolescente a soffrire di ansia e depressione. Ciò si verifica, spesso, in quei soggetti che già soffrono problematiche sociali particolari, come l'essere soggetto di scherno tra i banchi di scuola e isolato totalmente dai compagni. L'unione di questi problemi, con l'insonnia e l'isolamento, porta così a una patologia che non dovrebbe mai coinvolgere il mondo degli adolescenti.

Dipendenza dallo Smartphone

Un ragazzo, durante l’età dello sviluppo, ha il cervello tempestato da un flusso continuo di pensieri, per questo motivo avrebbe bisogno di scaricare lo stress accumulato attraverso lo sport e attività all'aria aperta. Trascorrendo invece troppo tempo davanti allo smartphone, lo stress si accumula generando uno stato di stress ingestibile che provoca disagi vari come depressione e ansia.

L'attaccamento eccessivo allo smartphone, l'impossibilità di riuscirsene a separarsi persino quando si mangia o si esce con gli amici, potrebbe portare a una dipendenza o alla nomofobia.

La nomofobia è una patologia che serve a identificare l'ansia che si genera nell'adolescente nel momento in cui non è connesso a internet, oppure è terrorizzato dall'idea di non poter ricevere messaggi o notifiche dai social network. Un’altra patologia correlata all'utilizzo dello smartphone è il vamping, ossia lo stato d'allerta continuo durante le ore notturne, in quanto non si può utilizzare lo smartphone. Infine, sono molti i giovani che prima di andare a dormire usano lo smartphone, rischiando di compromettere il regolare riposo notturno.

Tutti questi problemi, secondo gli scienziati, potrebbero provocare delle alterazioni alle strutture cerebrali simili a quelle che vengono rilevate nei soggetti dipendenti dalle droghe.

Come trattare l'ansia negli adolescenti

Quando un adolescente presenta un forte stato d'ansia, si nota in lui una certa apatia che potrebbe sfociare in inappetenza, ira o nervosismo continuo. In questi casi, si consiglia una visita specialistica dallo psicologo. Solo una figura professionale può indicare quale sia realmente il problema che ha generato questo disagio. Inoltre, solo un medico o uno psicologo possono in caso di necessità prescrivere dei medicinali specifici per il trattamento dell'ansia generalizzata.

Il trattamento farmacologico dell'ansia prevede l'assunzione di farmaci come lo Zoloft  a base di Sertralina. Come riportato nell'approfondimento di Almeglio.it, questo farmaco è impiegato principalmente nel trattamento dei disturbi d'ansia, depressione e stress post traumatico sia negli adulti sia negli adolescenti.

Commenti (0)
Comment