Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Iniziativa dei frati francescani

Società
24 novembre 2017

Un pasto ai bisognosi attraverso un sms

di Giovanni Langella
Anche questo mese di dicembre l’Antoniano Onlus lancia una campagna di donazioni per sostenere la rete di mense per i meno fortunati sparse in tutta Italia
CONDIVIDI
22483
Società
24 novembre 2017 di Giovanni Langella

Operazione pane, presente anche il Friuli Venezia Giulia

Operazione Pane. Questo il nome dell’ iniziativa proposta dai Frati Francescani di Bologna ormai da 3 anni a questa parte durante il periodo compreso tra i mesi di novembre e dicembre e che viene accolta anche nelle aree del FVG  come Trieste, Gorizia, Castelmonte, Udine. Essa consiste nella donazione di 2 euro tramite un sms a un numero fornito dai frati stessi: ogni donazione permette di regalare un pasto a chi è meno abbiente presso uno dei centri mensa sparsi per tutto il Paese. Grazie a questa iniziativa, ogni anno numerose persone riescono non solo a trovare un riparo dal freddo rigido di questi mesi ma anche un pasto caldo.

Un aiuto concreto

Grazie alle migliaia di donazioni fatte ogni anno, i frati l’Antoniano Onlus riesce ad assicurare più di mille pasti al giorno presso tutte le strutture da loro gestite. Non solo: per il prossimo anno l’associazione ha promesso di creare nuove iniziative per aiutare i più poveri e per reintegrare nella società tutte quelle persone che ne vivono ai margini, dimenticate. 

Le donazioni Sms in calo?

Nonostante questa notizia, però, altre associazioni benefiche hanno denunciato un calo nelle donazioni: molto probabilmente (almeno secondo i dati raccolti dalle associazioni stesse) ciò è dovuto alle politiche introdotte dagli operatori telefonici per quanto riguarda le offerte che comprendono sms gratuiti illimitati e che escludono i numeri di associazioni e terzi (che iniziano con i numeri 1, 4 e 8). Oltre a questo però c’è da considerare anche il dato secondo cui l’utilizzo degli sms sta scemando anno dopo anno.

 L’utilizzo dei social preferito ai messaggi

Secondo i dati diffusi nell’ultimo anno, infatti, i social network stanno piano piano scalzando i messaggi mobili. La velocità e l’intuitività di applicazioni come Whatsapp o Telegram è preferita ai classici sms, il cui utilizzo (almeno nel nostro Paese) sembra andare sempre più verso il dimenticatoio: secondo i dati raccolti, infatti, l’utilizzo degli sms è calato del 75% rispetto ai dati relativi a 5 anni fa. Le analisi, però, non spaventano gli esperti, secondo cui il mondo degli sms è destinato a tutto fuorché estinguersi a favore dei social.

Una nuova “primavera degli sms”

Anche se le prospettive possono sembrare cupe e oscure, quello degli sms è un fronte in ripresa: grazie, infatti, proprio alle offerte degli operatori telefonici, gli utenti si stanno di nuovo avvicinando ai messaggi mobili (specie se si trovano in zone in cui la connessione internet non è delle migliori). Anche diverse aziende utilizzano l’invio di sms pubblicitari per poter aggiornare e informare i propri clienti (o magari per trovarne di nuovi) su tutte le novità e sulle offerte presenti in catalogo. Un esempio concreto sono proprio le offerte stesse degli operatori telefonici, che quotidianamente, vengono inviate per sms a tutti i clienti o agli ex clienti per convincerli a tornare con loro.

Commenti (0)
Comment