Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Inaugurazione il 16 novembre

Società
13 novembre 2017

L'edilizia friulana sbarca a Parigi

di Alessandra Picciolo (Ufficio marketing Zanutta spa)
Nella capitale francese apre la prima filiale all’estero del gruppo Zanutta. Investimento di 400 mila euro e un piano per cresce in altre capitali europee
CONDIVIDI
22270
Lo show room Zanutta a Parigi
Società
13 novembre 2017 di Alessandra Picciolo (Ufficio marketing Zanutta spa)

Si espande la Zanutta spa, azienda leader in triveneto nella produzione e vendita di articoli per l’edilizia e l’arredo casa. E sceglie Parigi per inaugurare il suo primo show room all’estero: 250 mq di spazio espositivo con il meglio del design made in Italy per l’architettura e la casa.

“In questi anni – spiegano gli amministratori delegati Vincenzo e Gianluca Zanutta – abbiamo avuto modo di notare quanto il design italiano sia apprezzato nel mondo e quanto l’export in questo settore stia continuando a crescere. Così abbiamo valutato una nostra presenza oltre confine, scegliendo un’area all’avanguardia per innovazione e design: la regione di Parigi ha una posizione di leadership aperta a tutto il mercato europeo e una solida immagine internazionale, un punto di partenza indispensabile per la nostra reputazione all’estero”.

Situato in rue de Bourgogne, uno dei quartieri commerciali più vivaci di Parigi, il nuovo punto vendita Zanutta sarà inaugurato ufficialmente il 16 novembre. Lo spazio coniuga l’esposizione di rivestimenti, mobili e finiture di design italiano alla ricerca delle ultime avanguardie nel campo dell’architettura e dei materiali. Un progetto innovativo che punta ad andare oltre la semplice rivendita per diventare un vero e proprio “Atelier” creativo sulle ultime tendenze nel campo del design e le sue più alte espressioni tecniche ed estetiche. Un format reso attuabile dalle politiche di stretta collaborazione messe in atto da Zanutta con i produttori partner, fino a diventare nel corso degli anni un punto di riferimento nella distribuzione per i principali marchi del settore.

Il nuovo show room offrirà anche spazi di lavoro e formazione dedicati all’abitare contemporaneo, ricerca delle ultime novità nel campo dell’interior design, progettazione su misura e consulenza specializzata. L’investimento iniziale è di 400 mila euro, “ma è destinato a crescere – fanno sapere gli imprenditori – perché il futuro dell’edilizia passa dall’internazionalizzazione, sia come risposta al calo del mercato interno sia come capacità di sfruttare l’immagine già forte del made in Italy nel mondo, inteso non solo come qualità e design di prodotto, ma anche come capacità tecnica, qualità delle installazioni, delle finiture, alta tecnologia e innovazione”.

Oltre alla Francia, la Zanutta sta già guardando con interesse anche ad altre capitali europee. In Italia è affermata come uno dei principali distributori edili del Nord Est, con 23 filiali tra Friuli Venezia Giulia e Veneto. Nata negli anni ’50 in provincia di Udine come rivendita di materiali per il consorzio agrario locale, si è convertita al mercato dell’edilizia fino a diventare, nel corso di tre generazioni, una realtà al vertice per dimensioni e giro d’affari. Il gruppo conta oggi 370 dipendenti e un fatturato di 80 milioni di euro nel 2016 - con previsioni di crescita per il 2017 - e oltre 8 mila clienti attivi. Le politiche aziendali puntano da sempre sull’espansione territoriale, l’investimento e l’ampliamento continuo dell’offerta, che oggi spazia dai materiali per le costruzioni, alla lavorazione del ferro e del legno, dalla termoidraulica alla ferramenta, fino all’arredo casa, con rivestimenti, mobili e finiture per tutti gli ambienti. Uno degli ultimi accordi messi a segno è quello con Scavolini, con cui si è estesa l’offerta anche al comparto cucine. Tra le esperienze internazionali già realizzate c’è invece, nel 2014, l’appalto di 1 milione di euro per la posa in opera di alcune parti della Socar Tower di Baku, in Azerbaijan, il quartiere generale della più importante compagnia petrolifera dello Stato. Per rafforzare la sua presenza sui mercati esterni, infine, l’azienda si sta indirizzando anche alla vendita online. Accessibile dal sito web, il nuovo negozio virtuale conterrà oltre 60 mila articoli corredati da immagini e schede tecniche e offrirà a tutti la possibilità di preventivare e verificare la disponibilità della merce tramite pc e dispositivi mobili, in qualsiasi parte del mondo.

Commenti (0)
Comment