Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Siglato a Udine

Attualità
03 novembre 2017

Formazione imprenditoriale, accordo Università e Federmanager

di redazione (fonte Ufficio stampa Uniud)
Sarà costituito un Comitato bilaterale per mettere in contatto il mondo della formazione con quello del lavoro
CONDIVIDI
22126
Alberto De Toni (a sinistra) e Eros Andronaco
Attualità
03 novembre 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Uniud)

Mettere in comune conoscenze, competenze, capacità organizzative e servizi nel campo della formazione imprenditoriale, della promozione dello start-up di imprese innovative, della gestione manageriale delle imprese e del trasferimento della tecnologia dall’università alle imprese. È questa la finalità della convenzione quadro firmata a palazzo Florio tra il rettore dell’Università di Udine, Alberto De Toni, ed Eros Andronaco, vice presidente nazionale di Federmanager. All’incontro erano presenti anche Antonio Abramo, delegato dell’ateneo per il trasferimento della conoscenza, Mario Cardoni, direttore generale Federmanager nazionale; Daniele Damele, presidente Federmanager Fvg; Antonio Pesante, responsabile della sede Federmanager Fvg, circoscrizione di Udine, Edo Tagliapietra, segretario generale Federmanager Fvg.

In particolare, le iniziative di collaborazione tra Ateneo e Federmanager riguarderanno la costituzione di un Comitato bilaterale paritetico che avrà il compito di individuare e proporre iniziative di studio e ricerca, convegni e dibattiti e, più in generale, forme di collaborazione riguardanti materie di interesse comune.

Queste iniziative avranno come finalità quella di mettere in contatto il mondo dell’education con il mondo del lavoro, con particolare riferimento ai temi connessi all’implementazione del piano nazionale “Industria 4.0” e, più in generale, alla trasformazione digitale, non solo relativamente alle competenze riferite agli applicativi tecnologici, ma più in generale alle principali competenze manageriali, nonché alla definizione e diffusione di modelli di sviluppo finalizzati alla creazione di valore al sistema delle imprese.

Il Comitato bilaterale paritetico sarà composto complessivamente da sei rappresentanti, tre per ciascuna parte; sarà coordinato da uno dei sei componenti designato, a rotazione, da Università e Federmanager, con incarico a durata annuale. Per il primo anno il coordinatore sarà designato dal Rettore dell’Università. Per le proprie attività il Comitato potrà avvalersi delle strutture centrali e territoriali di Ateneo e Federmanager. La convenzione ha la durata di quattro anni.

Commenti (0)
Comment