Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

In collaborazione con Promoturismo FVG

Turismo
27 ottobre 2017

Le meraviglie di Aquileia in scena a Paestum

di redazione (fonte Ufficio stampa Fondazione Aquileia)
Gradimento del pubblico per lo stand gestito dalla Fondazione Aquileia nell'ambito della ventesima Borsa mediterranea del turismo archeologico
CONDIVIDI
21996
L'assessore Torrenti assieme a Erica Zanon, responsabile comunicazione della Fondazione Aquileia (ph. Fondazione Aquileia)
Turismo
27 ottobre 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Fondazione Aquileia)

È in corso nel parco archeologico di Paestum la XX Borsa mediterranea del turismo archeologico e anche quest’anno Aquileia è tra i protagonisti. Novità di questa edizione lo stand, realizzato e ideato da Promoturismo FVG e gestito dalla Fondazione Aquileia «a conferma – come sottolinea il presidente della Fondazione Aquileia, Antonio Zanardi Landi – della positiva e consolidata collaborazione instaurata tra le due realtà».

Uno stand che si presenta ampliato negli spazi e rinnovato nella grafica dedicata ai siti Unesco del Friuli Venezia Giulia e che ieri ha ricevuto anche la visita  dell’assessore alla Cultura del Friuli Venezia Giulia, Gianni Torrenti.

La Borsa è l’occasione per distribuire materiale informativo sull’offerta turistica e culturale di Aquileia, dei siti Unesco e delle città d’arte del Friuli Venezia Giulia e per illustrare i risultati del progetto europeo Archest, grazie al quale sono stati ricostruiti in 3D alcuni luoghi-simbolo dell’antica strada che collegava Aquileia a Viminacium.

«Ricchissimo il programma della Borsa che – sottolinea il direttore della Fondazione Aquileia Cristiano Tiussi – si conferma un luogo d’incontro ideale per autorità del mondo culturale di livello internazionale, archeologi, operatori turistici, specialisti della comunicazione e appassionati di archeologia e turismo cultuale». 

La Borsa conta 120 espositori con 25 Paesi esteri, 70 tra conferenze e incontri, 300 relatori, 100 operatori dell’offerta e 100 giornalisti.

Commenti (0)
Comment