Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Progetto per incentivare il lavoro

Attualità
23 ottobre 2013

Pordenone chiama talenti

a cura della Redazione
I candidati dovranno presentarsi attraverso un video sul web.
CONDIVIDI
2823
Alessandro Ciriani, secondo da sinistra, alla presentazione del progetto
Attualità
23 ottobre 2013 della Redazione

Una selezione per individuare esperti, giovani e no, che siano interessati ad intraprendere un’esperienza lavorativa unica nel campo della ricerca e dello sviluppo. E' “Pordenone chiama telenti" la nuova iniziativa promossa dal Polo Tecnologico di Pordenone in collaborazione con il Settore Politiche del lavoro della Provincia, il Centro regionale di orientamento di Pordenone e l’Unione Industriali Pordenone finalizzata ad incentivare l’occupazione di diplomati e laureati, residenti in Regione, in progetti di ricerca e sviluppo in aziende della destra Tagliamento.

IL PROGETTO – Il progetto mira ad incentivare l’occupazione di diplomati e laureati, residenti in Regione, inserendoli in progetti di ricerca e sviluppo in aziende della provincia di Provincia impegnate in settori quali Tecnologie dell'informazione e della comunicazione, Domotica, Green Technologies, Biotecnologie, Progettazione meccanica avanzata e materiali innovativi, Tecnologie in ambito Alimentare ma anche Design di prodotto ed Ergonomia. «Da tempo, la provincia di Pordenone, insieme ad altri partner, sta cercando delle soluzioni per uscire dal percorso tradizionale di matching domanda-offerta di lavoro – ha spiegato il presidente Alessandro Ciriani – siamo convinti che solo attraverso l'innovazione, la ricerca si possa cercare di aggredire la crisi. Questo progetto nasce proprio dall'esigenza di ricercare quei talenti, quei cervelli, presenti anche nella nostra Regione, per fare in modo che attraverso gli strumenti che si possono mettere in campo, come lo strumento della work experience, si possa creare un rapporto di scambio tra le aziende che ricercano nuove figure professionali e persone che possono mettere a disposizione di queste aziende le loro idee, la loro professionalità, il proprio talento in determinati settori».

LA SELEZIONE – La selezione è rivolta a “talenti", residenti in Friuli Venezia Giulia che, oltre all’eccellenza delle competenze di carattere tecnico-professionale, siano animati da forte motivazione e orientamento alla crescita personale, dimostrino capacità organizzative, spirito imprenditoriale e capacità di lavorare in team. Possono candidarvisi coloro che siano in possesso di un diploma di scuola media superiore ma anche laureati (sia in possesso del diploma di laurea di vecchio ordinamento sia del diploma laurea magistrale o di titolo accademico conseguito all’estero dichiarato equipollente o equivalente) che abbiano competenze specifiche o esperienze pregresse in uno dei settori di interesse della selezione. Per potersi candidare gli interessati dovranno inviare da subito il proprio curriculum vitae in formato europeo all’indirizzo mailpordenonechiamatalenti@provincia.pordenone.it  allegando il link di un video di massimo 3 minuti di autopresentazione da caricare su You Tube. Saranno i funzionari del Settore Politiche del Lavoro della Provincia a fare una prima selezione di “talenti". Una volta individuati, i candidati preselezionati, saranno valutati da una commissione di esperti composta da referenti del PoloTecnologico di Pordenone e del Centro Regionale per l’Orientamento di Pordenone tramite una serie di colloqui orientativo-motivazionali.

INSERIMENTO IN AZIENDA – I “talenti", (una quarantina, almeno) una volta completate le selezioni (previo eventuale corso di formazione finanziato con fondi FSE attraverso la Provincia di Pordenone), tramite work experience retribuite della durata di 240 ore (per candidati domiciliati in provincia di Pordenone) o altri strumenti agevolativi (ad esempio incentivi per elevata qualificazione, per i candidati residenti in Friuli Venezia Giulia), saranno così inseriti presso quelle aziende, caratterizzate da alta propensione all’innovazione, individuate nell'area dal Polo Tecnologico di Pordenone, e non solo, tra quelle attualmente impegnate in progetti di ricerca pluriennali in diversi settori disciplinari.

Commenti (0)
Comment