Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Successo di pubblico per "Insegui la tua storia"

Cultura e Spettacolo
14 agosto 2017

Il teatro ragazzi conquista anche gli adulti

di redazione (fonte Ufficio stampa Charta Bureau)
Oltre 1.500 spettatori per il progetto che ha coinvolto nove Comuni del FVG e uno sloveno, proponendo prime regionali, ma anche laboratori per bambini e famiglie
CONDIVIDI
20949
Una scena di "C'era due volte un cuore"
Cultura e Spettacolo
14 agosto 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Charta Bureau)

Oltre 1.500 spettatori per 10 spettacoli, 11 Comuni del FVG coinvolti nel progetto, un programma arricchito da laboratori con il coinvolgimento di bambini e famiglie del territorio. E poi la scelta di una direzione artistica tutta nuova, quella di Francesco Accomando con l’associazione culturale Cikale Operose.

Si è chiusa la XVIII edizione di Insegui La Tua Storia, il progetto culturale che ha visto capofila il Comune di Romans d’Isonzo, con il patrocinio della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia e la partnership di CaRiGo e Tiare Shopping.

Dal 27 giugno al 1 agosto un cartellone diffuso con alcune delle migliori compagnie di teatro ragazzi di FVG, Veneto e Lombardia ha animato piazze, teatri, palazzi e giardini di Romans d’Isonzo, Farra d’Isonzo, Medea, Ruda, Mariano del Friuli, Bagnaria Arsa, Fiumicello, Moraro, Villesse, Šempeter.

Insegui La Tua Storia però non finisce qui: a breve ci sarà un’appendice del festival il cui contenuto verrà presentato entro l’estate.

“Il grande seguito per questo progetto - spiega il direttore artistico Francesco Accomando - ha premiato la scelta di evitare il divertimento a tutti i costi. Le compagnie selezionate hanno lasciato qualcosa di prezioso: una programmazione che per questa edizione ha puntato sulla ricchezza delle diversità per consentire a un pubblico sia grande sia piccolo di crescere nel confronto tra uno spettacolo e l’altro, con la scelta artistica di un teatro che possa lasciare qualcosa di prezioso in quel ‘dentro di noi’ senza età che qualcuno chiama anima”.

Si è passati dalla poesia pura dello spettacolo del Tib Teatro ai racconti di Cosmoteatro su Rodari, da L’usignolo e l’imperatore di CTA Gorizia alle maschere dell’Arlecchino Errante, dal delicato Soffio di Sofia del CSS Teatro stabile del Friuli Venezia Giulia alla comicità dei Fratelli Caproni. E ancora, il Cappuccetto rosso dei Mataz teatro, la tradizione della Biancaneve de La Contrada, la simpatia di Arturo e delle sue paure di Teatro al quadrato.

Anche i laboratori di Gianluca Passarelli sul fumetto e quello di Chantal Genovesi sulla musica hanno contribuito ad arricchire di contenuti il programma.

“Una festa spontanea - aggiunge Accomando - che ha anche un altro valore: alla fine di ogni spettacolo c’è ancora una storia da inseguire, quella che è rimasta nella mente di ogni spettatore. Ma agli adulti resta sempre un ‘altro dopo’ importante: inseguire la storia dei propri figli”.

“I grandi numeri del progetto – dichiarano gli assessori Matteo Gargaloni e Alessia Tortolo del Comune di Romans d’Isonzo – confermano la giusta scelta della direzione affidata a Cikale Operose e il raggiungimento del nostro obiettivo principale, quello di dare la possibilità di far conoscere il teatro a grandi e piccoli e, soprattutto, dare la possibilità alle famiglie del nostro territorio di scoprire la bellezza di condividere un’esperienza di arricchimento con i propri bambini, in un momento in cui la vita e sempre più caotica e frenetica”.

Commenti (0)
Comment