Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presentata la nuova guida

Turismo
23 maggio 2017

In cammino tra le malghe del FVG

di redazione (fonte Ufficio stampa Regione FVG)
Recensiti 53 alpeggi con la loro rispettiva produzione casearia. Spazio speciale anche per i rifugi d'alta montagna
CONDIVIDI
19475
Le nuove guide (ph. Regione FVG)
Turismo
23 maggio 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Regione FVG)

Il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, e l'assessore all'Agricoltura, Cristiano Shaurli, hanno presentato a Udine la guida dedicata alle malghe e ai rifugi del Friuli Venezia Giulia, frutto della collaborazione tra Agenzia regionale per lo sviluppo rurale (Ersa) e Promoturismo Fvg.

La nuova edizione della guida è la sintesi di un lavoro aggiornato sia nella grafica, curata da Promoturismo Fvg, che nei contenuti, prodotti da Ersa.
La guida malghe recensisce 53 alpeggi suddivisi in tre aree che da ovest ad est comprendono la dorsale del Cansiglio, Piancavallo e Dolomiti friulane (9 malghe), le Alpi e Prealpi carniche (33 malghe) e il Tarvisiano e gemonese (11 malghe).

Per ciascun alpeggio viene indicata la produzione casearia tipica che, generalmente, include formaggi, ricotte e burro. Ciascuna produzione si caratterizza per sapori e qualità organolettiche distintivi che riflettono la biodiversità ricca e variegata dei pascoli, resa ancora più unica dalle diverse tecniche di produzione. Un prodotto che oggi è frutto anche della contaminazione tra le tradizioni casearie più antiche e l'innovazione introdotta dai giovani malgari.
Sono 36, invece, i rifugi inclusi nella guida dedicata alle strutture ricettive d'alta montagna: 9 quelle annoverate dalle Dolomiti friulane, patrimonio Unesco, seguite da 12 strutture nell'area delle Alpi e Prealpi Carniche, 13 sulle Alpi e Prealpi Giulie e 2 nelle alte Valli del Natisone.

La scheda di ciascuna malga e rifugio riporta le principali informazioni turistiche relative a modalità d'accesso, proprietà e contatti, periodo di apertura, luoghi di interesse, offerta di vitto e alloggi, percorsi di trekking associati.

Gli aggiornamenti sulle informazioni sono sempre reperibili sul sito www.malghefvg.it che risulta così un compendio online delle guide cartacee.
Alla presentazione hanno preso parte anche il direttore generale di Promoturismo Fvg, Marco Tullio Petrangelo e quello di Ersa, Paolo Stefanelli

Commenti (0)
Comment