Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

In programma a dicembre a Udine

Cultura e Spettacolo
19 maggio 2017

Suns Europe apprezzato a Strasburgo

di redazione (fonte Ufficio stampa Suns)
Una delegazione del Festival europeo delle arti nelle lingue minoritarie ricevuta al Parlamento europeo
CONDIVIDI
19436
La delegazione del Suns Festival al Parlamento europeo
Cultura e Spettacolo
19 maggio 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Suns)

Suns, il Festival europeo delle arti nelle lingue minoritarie, si promuove all’estero. Una delegazione del Friuli è stata ricevuta al Parlamento europeo di Strasburgo dal gruppo di 63 europarlamentari che si occupa delle comunità minoritarie. Hanno fatto parte della ‘spedizione’ di Suns il direttore artistico Leo Virgili, il presidente della cooperativa Puntozero Francesco Rossi, Federica Angeli delegata dell’Arlef (agenzia che rappresenta il principale partner della manifestazione) e Onno Falkena, giornalista frisone.

L’occasione è stata propizia non solo per raccontare quanto fatto dal Festival negli ultimi anni, ma soprattutto per lanciare l’edizione 2017, in calendario nei primi giorni di dicembre, con la call che è stata appena pubblicata sul sito dell’evento (www.sunseurope.com).

«Una volta al mese, il gruppo di 63 parlamentari europei che affronta le questioni legate alle diverse minoranze, si incontra – spiega Leo Virgili – e per l’occasione ha dedicato 40 minuti a Suns e al nostro progetto artistico di valorizzazione delle lingue minoritarie. Ciò che abbiamo chiesto sarà la condivisione del bando in tutte le loro aree di provenienza, in modo da allargare sempre di più la partecipazione al Festival».

Anche nell’edizione 2017 Suns darà spazio alle espressioni artistiche in lingua minoritaria legate alla musica, al cinema e alla letteratura. «Siamo soddisfatti di come il festival sta crescendo e delle ultime edizioni organizzate – assicura Virgili –. Il nostro obiettivo è rendere questo evento sempre più partecipato e condiviso. Vorremmo farlo diventare una vera e propria ‘bandiera’ delle minoranze in tutta Europa».

Commenti (0)
Comment