Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presto l'ottenimento del marchio IGP

Società
20 marzo 2017

La Pitina friulana sbanca Rai Uno

di redazione (fonte Pro Loco Tramonti di Sopra)
Grazie al piatto tipico della Val Tramontina il cuoco Manuel Marchetti si impone alla "Prova del Cuoco"
CONDIVIDI
18483
La Pitina (ph. Pro Loco Tramonti di Sopra)
Società
20 marzo 2017 di redazione (fonte Pro Loco Tramonti di Sopra)

Dopo l’annuncio di un iter in dirittura d’arrivo per l’ottenimento del marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta) per la Pitina  (polpetta di carne affumicata originaria della Val Tramontina), la pro loco di Tramonti di Sopra riceve nuove soddisfazioni legate ai suoi prodotti locali.

“Dobbiamo ringraziare il cuoco Manuel Marchetti dell’agriturismo  Casa rossa di Ragogna – dichiara il presidente della locale Pro Loco, Alido Rugo – che per la sua partecipazione alla prova del cuoco su Rai Uno ha voluto portare i nostri due prodotti tipici, Pitina e Formai dal cit. È indubbiamente un onore quando un cuoco serio e dotato come Manuel decide di utilizzare i nostri prodotti tipici. Ma è un onore ancora più grande quando si fa portavoce della nostra storia, delle nostre tradizioni e quando riconosce pubblicamente il ruolo che la nostra associazione ha avuto nella promozione. Assieme a Manuel dobbiamo ringraziare anche i gestori dell’Agriturismo Borgo Titol, a Tramonti di Sopra, che hanno materialmente fornito pitine, formai dal cit, salumi e il famoso seç, un condimento prodotto dal siero del latte che viene utilizzato al posto dell’aceto”.

Grazie al lavoro di Manuel e alla meravigliosa presentazione del piatto, i gnocchi di pane alla Pitina hanno vinto la sfida alla Prova del Cuoco confermando ancora una volta che la Pitina non è solo un prodotto buono da mangiare ma anche bello da vedere quando messo nelle mani di persone capaci e qualificate.

Commenti (0)
Comment