Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Quella dell'Università di Udine

Attualità
17 settembre 2013

Una piazza per Margherita Hack

a cura della Redazione
Decisione della Giunta comunale su proposta della commissione Toponomastica.
CONDIVIDI
2673
Margherita Hack, scomparsa lo scorso il 29 giugno
Attualità
17 settembre 2013 della Redazione

Su proposta della commissione Toponomastica, presieduta dal vicepresidente del Consiglio Franco Della Rossa, la giunta comunale ha approvato nella seduta di oggi la denominazione di una serie di nuove vie cittadine. Tra le intitolazioni spicca quella all’astrofisica Margherita Hack, scomparsa recentemente.

Alla scienziata di origini toscane sarà intitolato il piazzale situato di fronte all’università tra via Fagagna e viale delle Scienze, che diventerà piazzale Margherita Hack e della Ricerca scientifica.

Nella delibera dedicata alle nuove denominazioni rientrano inoltre l’area verde situata all’angolo tra via Lombardia, viale dell’Emigrazione e piazzale Fred Pittino, che diventerà area verde “Cap. Magg. Pecoraro Emanuele e Vittime del dovere”, e l’area verde di via Derna, nei pressi dell'edificio della comunità Piergiorgio, che sarà intitolata a Paolo De Rocco, architetto friulano che fu tra i primi professionisti in Italia a occuparsi in modo approfondito del tema dell’abbattimento delle barriere architettoniche e della progettazione accessibile.

Prossimamente, inoltre, avrà un nome anche l’area verde situata vicino alla cascina Mauroner (con ingresso da viale Divisione Garibaldi Osoppo), che sarà intitolata a “Le partigiane”.

Al paese friulano di Piancada, inoltre, sarà dedicato il nuovo tratto di viabilità della prima laterale sinistra di via Carlino. La giunta comunale ha approvato inoltre la proposta di revoca della denominazione di “via Raffaello Sanzio” per il tratto di via che da viale G. B. Bassi conduce a viale Leonardo da Vinci, al fine di consentire una migliore visibilità alle unità immobiliari destinate ad uso direzionale e commerciale.

 

Commenti (0)
Comment