Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

"Voleson in un bocon"

Società
05 gennaio 2017

Nasce il nuovo piatto tipico di Valvasone Arzene

di redazione (fonte Ufficio stampa)
Creato dallo chef Fabrizio Damiano Casali utilizzando i prodotti a km zero di sette produttori locali
CONDIVIDI
17335
Il "Bocon di Voleson"
Società
05 gennaio 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa)

Successo per l’esordio del progetto Voleson in un bocon (che tradotto dal friulano all’italiano, significa Valvasone in un boccone): sette produttori locali hanno presentato le proprie delizie a km zero in uno dei ristoranti simbolo del territorio, l’Antica Osteria La Torre nel centro storico medievale valvasonese. 
Proprio l’occasione ha permesso allo chef del ristorante Fabrizio Damiano Casali di creare un nuovo piatto tipico partendo dai prodotti del progetto: il Bocon di Voleson è ora degustabile nel menù e unisce il pane del Panificio Cocetta, lo zafferano dell’azienda Leoni, le verdure dell’azienda Bertoia, gli insaccati del Salumificio Uniko, la birra artigianale 1077, la carne di coniglio dell’azienda Salvador e l’olio extravergine di oliva dell’azienda Filip.

Piena la sala dove si è svolto l’incontro, con il pubblico che dopo aver ascoltato il racconto dei produttori e le qualità nutrizionali dei prodotti grazie all’intervento del nutrizionista Piero Turchet, ha potuto assaggiarli direttamente.

Presente anche il sindaco di Valvasone Arzene Markus Maurmair e in rappresentanza della Regione il consigliere regionale Elio De Anna. Proprio il primo cittadino ha ricordato come Valvasone Arzene stia puntando sempre più sulla promozione turistica della sua realtà: in questa azione grande valore ha l’aspetto enogastronomico.

“Dopo questo primo appuntamento al quale hanno partecipato un centinaio di persone - ha spiegato Sara Cocetta a nome del gruppo di produttori - stiamo studiando come proseguire nel 2017 a far conoscere i nostri prodotti, con azione unitarie tra di noi”.

Commenti (0)
Comment