Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Grazie a nuovi strumenti tecnologici

Società
12 dicembre 2016

Il cliente alla ricerca del venditore

di redazione (fonte Ufficio stampa Eo Ipso)
L'azienda friulana Bo Frost vara una nuova applicazione di messaggistica attraverso cui la clientela potrà contattare direttamente il personale impegnato nel porta a porta
CONDIVIDI
17124
(ph. Ufficio stampa Eo Ipso)
Società
12 dicembre 2016 di redazione (fonte Ufficio stampa Eo Ipso)

Rendere interattiva l’esperienza del consumatore. È l’obiettivo di Bofrost, azienda di vendita di specialità surgelate porta a porta con sede a San Vito al Tagliamento, che ha parlato delle nuove sfide del mercato e del futuro della relazione coi clienti al Forum Retail 2016 a Milano, annunciando anche una nuova funzione, disponibile a breve sulla app b*plus: un sistema di messaggistica per poter contattare sempre il venditore o la teleoperatrice.

«La relazione personale tra cliente e venditore è fondamentale – spiega l’amministratore delegato di Bofrost, Gianluca Tesolin –. Siamo un’azienda della vendita diretta: le relazioni assumono per noi una rilevanza primaria, anche oggi che le nuove tecnologie stanno cambiando gli scenari. Stiamo assistendo a una rivoluzione che non si è ancora compiuta, dove l’unica certezza è l’incertezza. Nella relazione con il cliente si aprono nuove sfide e opportunità: da una parte l’azienda può intercettare i bisogni sul nascere, offrire servizi ad hoc da proporre al posto e al momento giusto e interagire per incrementare la stima dei clienti nei confronti dell’azienda; dall’altra, i clienti si aspettano qualcosa di diverso da parte di un’azienda rispetto al passato: vogliono che sia pronta ad ascoltarlo, si aspettano di ricevere un servizio, non più solo un prodotto. Noi di Bofrost ci stiamo muovendo per venire incontro anche a questa nuova tipologia di clienti, quella dei clienti digitali».

«Abbiamo iniziato a testare – conferma Enrico Marcuzzi, Marketing Manager Bofrost – nuovi canali e nuove vie di comunicazione. Il percorso verso il mobile si declina in sito web, newsletter e l’app Frigo ok. L’ultima arrivata è l’app b*Plus, nata un anno fa e scaricabile gratuitamente da App Store e Google Play, che fornisce contenuti esclusivi, ma anche funzionalità utili ai nostri clienti. Nel tempo agli ordini telefonici abbiamo aggiunto quelli on line. l’app dedicata ai clienti, con la messaggistica con il venditore, non poteva che essere il passo successivo: il futuro infatti è sempre più orientato verso la personalizzazione dei servizi».

Commenti (0)
Comment