Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Progetto Mirabilia

Turismo
24 ottobre 2016

Udine e Matera gemellate per promuovere il turismo

di
Inaugurata nel capoluogo friulano la Borsa internazionale del turismo culturale: arrivati in città operatori da tutta Italia e dall'estero
CONDIVIDI
16341
(ph. Tassotto & Max)
Turismo
24 ottobre 2016 di

L’idea di un gemellaggio, in nome della cultura, tra Udine e Matera: prenderà sviluppo dalla quinta Borsa internazionale del turismo culturale, ospitata dalla Camera di Commercio friulanaoggi e domani, tra Sala Valduga e Casa Cavazzini con visite alle principali località del territorio, a partire dai Siti Unesco.

L’ha lanciata – trovando subito accoglienza – il presidente della Camera di MateraAngelo Tortorelli, omaggiando il sindaco Furio Honsell e il presidente camerale Giovanni Da Pozzo della medaglia simbolo di Matera 2019, nel convegno di apertura della Borsa, che vede Udine “invasa” da imprenditori del settore, 150 da tutta Italia e da altri Paesi del mondo, pronti a far incontrare domanda e offerta con incontri individuali di business.

La Borsa è espressione di “Mirabilia, European Network of Unesco Sites”, percorso che raccoglie una decina di Camere di Commercio italiane (fra cui quella di Udine), con capofila Matera, per una promozione congiunta delle economie legate a turismo e cultura dei territori in cui vi sono Patrimoni Unesco “meno noti”.

Il tema dell’incontro d’apertura si è legato proprio alla promozione dei Siti Unesco, occasione per trasformare cultura e imprese in patrimonio attivo. Si è parlato di reti pubblico-private da adottare, di industrie creative, dei percorsi di digitalizzazione utili alla miglior valorizzazione dei siti e delle economie a essi legate, in correlazione allo sviluppo sostenibile. 

Con riferimento al sistema produttivo creativo-culturale, come ha evidenziato il presidente Da Pozzo, «il Fvg è quinto in Italia, assieme al Piemonte, per incidenza del valore aggiunto (5,4%) e quarto al pari con Lombardia per incidenza dell’occupazione (6,5%)».

«Il progetto Mirabilia esprime valori che il nostro Paese dovrebbe saper utilizzare di più e meglio per crescere in modo intelligente, sostenibile e di qualità – ha aggiunto Da Pozzo –: confidiamo che anche iniziative come questa permettano di sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica sul potente volàno rappresentato da un lato dal nostro territorio così ricco di bellezze e biodiversità, e dall’altro dalla nostra cultura, che non ha davvero eguali in tutto il mondo e che può diventare il vero, originalissimo, plus della nostra economia. Mirabilia è la dimostrazione che queste non sono solo belle parole». E infatti da questo progetto sta nascendo una vera e propria rete tra imprese del settore, di tutta Italia, una rete che ha ora raccolto le prime 12 adesioni e che è ovviamente aperta a ulteriori sviluppi: sarà praticamente il vero e proprio braccio operativo di Mirabilia, con le Camere di Commercio del progetto come una sorta di “padri fondatori” ideali (le reti fra imprese, proprio in quanto tali, non possono essere costituite tra enti pubblici, ma solo fra privati). La rete di imprese studierà dei veri e propri pacchetti turistici per promuovere in modo armonico i territori con Siti Unesco minori, studiando l’offerta su misura per i turisti di diversi mercati del mondo

Commenti (0)
Comment