Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Quattro posti a Trieste

Attualità
20 giugno 2016

Servizio civile in favore dei malati di cancro

a cura della redazione
Si ricercano giovani tra i 18 e i 28 anni per offrire alle persone ascolto e accoglienza. Impegno di 12 mesi
CONDIVIDI
14780
Il pronto soccorso dell'Ospedale Maggiore di Trieste (ph. regione.fvg.it)
Attualità
20 giugno 2016 della redazione

È stato pubblicato il Bando 2016 del Dipartimento Gioventù e Servizio Civile Nazionale per la selezione di volontari da impiegare in progetti di servizio civile. L’associazione Italiana Malati di Cancro parenti e amici (AIMaC) seleziona volontari per partecipare al progetto Informacancro 2016, gestito dalla Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia (FAVO).

I volontari AIMaC operano presso il Punto di Accoglienza e informazione presente in ASUITs all’interno della Struttura Complessa Oncologia dell’Ospedale Maggiore di Trieste. I volontari impiegati sono 4, il progetto si svolge con modalità consolidate e il ruolo dei volontari comprende attività di orientamento, informazione, supporto ai malati oncologici e ai loro familiari.

La diagnosi di tumore rappresenta, infatti, uno degli eventi più stressanti nella vita di un individuo, che provoca spesso in modo brusco e inatteso uno sconvolgimento della persona sul piano personale, familiare, sociale, lavorativo. La possibilità di ottenere una buona informazione e raggiungere quindi una maggiore consapevolezza delle dimensioni coinvolte dalla malattia permette di superare l’isolamento e la discriminazione dei malati oncologici vittime dello stigma negativo del cancro come malattia inguaribile e incurabile e consentire quindi una maggiore adattabilità alla malattia e a tutto ciò che essa comporta, per il paziente e per il suo sistema familiare.

I volontari quindi, collaborando con l’equipe multidisciplinare, si adoperano per offrire alle persone ascolto e accoglienza, fornendo informazioni sugli effetti del cancro a livello personale, familiare, sociale, lavorativo o economico, e dando la possibilità di esprimere i propri dubbi e i propri bisogni di sostegno e/o assistenza. Al fine di rispondere anche ai bisogni di natura emozionale e sociale die pazienti, i volontari inoltre collaborano nell’organizzazione di eventi che possono aiutare i malati a mantenere una buona qualità della vita e il tono dell’umore. Fra gli eventi a cui hanno collaborato vi sono gruppi psicoeducazionali, le giornate a tema quali quelle dedicate al “Sollievo” e altre.

L’anno di Servizio Civile in Oncologia rappresenta per il volontario l’occasione di vivere un’esperienza arricchente dal punto di vista formativo e umano, dando modo di impegnarsi per il bene del prossimo, permette inoltre di acquisire competenze spendibili nel mondo sociale ed in quello lavorativo e di ottenere, per la durata annuale del progetto, una piccola base di indipendenza economica.

Il servizio civile prevede 30 ore di attività settimanali, per la durata complessiva di 12 mesi e prevede un assegno di 433,80 euro al mese.

Il bando è riservato ai giovani tra i 18 e i 28 anni e 364 giorni, si può presentare domanda entro il giorno 30 giugno 2016 alle ore 14 presso l’Ufficio Protocollo dell’ASUITs sito in via del Farneto 3 utilizzando gli appostiti moduli scaricabili dai siti www.favo.it www.infoserviziocivile.it www.asuits.sanita.fvg.it datati e firmati unitamente a copia del documento di identità e scrivendo  sulla busta domanda VSC Nazionale – ASUITs, S.C. Oncologia oppure con raccomandata a/r oppure via pec all’indirizzo asuits@sanita.fvg.it. Per maggiorni informazioni è possibile chiamare l’ambulatorio di Psicologia ai numeri 0403992561-2868 o cell. 3297504012 o inviare una mail a luisa.dudine@asuits.sanita.fvg.it

Commenti (0)
Comment