Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Incontro con il cestista Michele Mian

Sport
30 maggio 2016

A scuola di sport

di Livio Nonis
Giornata speciale per gli alunni della scuola primaria di Villa Vicentina: prima la pratica di discipline diverse e poi la conoscenza con l'argento olimpico di Atene
CONDIVIDI
14605
Michele Mian, a destra, presentato agli studenti dal referente CONI Livio Nonis
Sport
30 maggio 2016 di Livio Nonis Image

Giocare e nello stesso tempo fare sport per ampliare le conoscenze degli studenti che, senza altre iniziative come questa, si fermerebbero solo alle discipline sportive che vedono attraverso la televisione.

Le insegnanti della scuola primaria “Giacomo Leopardi” di Villa Vicentina, con la collaborazione dell'amministrazione comunale e del CONI Regionale, hanno organizzato una mattinata imperniata a praticare tanti sport, “girando” nel prato verde prospiciente la scuola tra le varie postazioni dove erano ad attenderli i tecnici delle varie discipline sportive. I ragazzi hanno iniziato il percorso provando a colpire una boccia con la Bocciofila Cervignanese, a tirare “quattro calci a un pallone” con il Calcio Villa Vicentina, per arrivare a calzare i pattini e provarli con il Pattinaggio Fiumicello, continuando con “l'urlo Chiai” nelle arti marziali dello Sport Planet, alzando i manubri della pesistica Miossport e ballando con la scuola Olimpia, queste tre ultime associazioni di Cervignano del Friuli, per finire con il pugilato della Box Planet di Monfalcone.

Testimonial dell'evento è stato Michele Mian.  Il cestista di Aquileia, ex capitano della Snaidero Basket, nel 2004 vinse la medaglia d'argento alle Olimpiadi di Atene e nel 1999 l'oro agli Europei di Francia. Mian ha raccontato ai ragazzi le sue prime esperienze sportive quando aveva la loro età, rispondendo a un’infinità di domande e firmando numerosi autografi. Il modo migliore per concludere una giornata di sport che i ragazzi hanno già chiesto di poter rivivere in futuro.

Commenti (0)
Comment