Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Consegna il 24 maggio

Attualità
13 maggio 2016

A Benedetti, Cernoia e Slangen il Premio "Paolo Diacono"

di Federica Pettarin
L'ad di Danieli, l'ex rettore del Convitto cividalese e il comandante delle Frecce Tricolori sono i vincitori dell'ottava edizione
CONDIVIDI
14350
Il Convitto di Cividale (ph. CNPD)
Attualità
13 maggio 2016 di Federica Pettarin

Il Convitto Nazionale “Paolo Diacono” (CNPD) di Cividale del Friuli prepara l'ottava edizione del Premio Paolo Diacono, che si terrà martedì 24 maggio alle ore 17.30 presso il Centro San Francesco, nell'omonima piazza cividalese. 

 Il Premio è un riconoscimento attribuito annualmente dal Convitto a figure che, in ragione di un ruolo o di una funzione pubblica, rappresentano una testimonianza di alto valore per il sostegno dedicato all’educazione e alla formazione dei giovani italiani e stranieri, contribuendo a mantenere alto il prestigio nel panorama nazionale e internazionale del sistema educativo in cui il Convitto si inserisce per la sua progettualità.

premiati 2016, individuati dal Consiglio di Amministrazione del Convitto, sono: GIANPIETRO BENEDETTI, presidente e amministratore delegato della Danieli SpA; OLDINO CERNOIA, già rettore del Convitto dal 1985 al 2015; JAN SLANGEN,  comandante della pattuglia acrobatica nazionale delle Frecce Tricolori.

Ad aprire l'evento di martedì 24, presentato e coordinato da Mario Mirasola della Rai FVG, sarà la prolusione di Paola Ferraretto, ex studentessa del Liceo Scientifico CNPD nonché ricercatrice dell'Università di Udine, che è stata premiata all'Expo 2015 per l'innovativo progetto di utilizzo degli ultrasuoni nel percorso di vinificazione. La cerimonia sarà inoltre allietata da intermezzi musicali selezionati ed eseguiti da studenti dei licei annessi al Convitto, sotto la direzione artistica di Anna Banelli. L'ingresso è gratuito e aperto al pubblico.

Il rettore del CNPD Patrizia Pavatti ha così ricordato il significato del premio: “Rinnoviamo la nostra riconoscenza nei confronti di soggetti che, nonostante operino in un ambito non prettamente formativo, si adoperano con costanza per sostenere l'educazione e la formazione dei giovani”. 

Commenti (0)
Comment