Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Al via a Trieste il premio in memoria di "Valentina Sossi"

Attualità
11 maggio 2016

Chi sarà l'infermiere dell'anno?

a cura della redazione
Votazioni aperte dal 15 maggio. Sabato, invece, casting fotografico in città sui comportamenti salutari: le foto più belle saranno inserite in un calendario
CONDIVIDI
14325
L'infermiera Lucia Sambo riceve il Premio Sossi: chi lo vincerà quest'anno? (ph. Ufficio stampa Volpe Sain)
Attualità
11 maggio 2016 della redazione

Nel nome di Florence Nightingale, fondatrice delle Scienze infermieristiche moderne e nume tutelare della figura professionale consacrata al prendersi cura della persona, giovedì 12 maggio (data di nascita della Nightingale, classe 1820) si festeggia anche a Trieste la Giornata mondiale dell’Infermiere. Anche per questo, per valorizzare a 360 gradi il ruolo e la professione dell’infermiere Ipasvi promuove la 3^ edizione del “Premio Valentina Sossi, infermiere dell'anno": un riconoscimento che sarà assegnato nel mese di luglio da una commissione dedicata, e al quale possono partecipare – votando dal 15 maggio ed entro il 10 luglio 2016 – tutti i cittadini, indicando il nome dell’infermiere scelto, e iscritto al Collegio Ipasvi di Trieste, nell’apposito form scaricabile dal sito www.ipasvitrieste.it   

Capacità tecnica e capacità istintiva di relazione umana e di approfondimento nel rapporto infermiere – paziente: doti che rientrano fra le caratteristiche dei possibili vincitori, così come non mancavano a Valentina Sossi, componente del Consiglio direttivo provinciale del Collegio Ipasvi di Trieste sin dal 2001, scomparsa nell’agosto 2013.

Ma le iniziative Ipasvi legate al 12 maggio 2016 non si fermano qui: sabato 14 maggio Ipasvi “invade” il centro città con il suo shoot casting, curato da Giuseppe Galati. Dalle 10 alle 12.30 sarà allestito un vero e proprio set fotografico (fra piazza della Borsa e piazza Unità) dedicato a chiunque voglia farsi ritrarre in comportamenti “salutari”, capaci di trasmettere gesti e quindi indicazioni di educazione e prevenzione sanitaria, legati allo stile di vita, all’alimentazione, all’esercizio fisico, alle abitudini personali. 

Commenti (0)
Comment