Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Spesa di 13 mila euro

Attualità
02 maggio 2016

Cividale, il Comune acquista il Presepe delle Orsoline

di Elisabetta Gottardo
Collocato nel Monastero di Santa Maria in Valle, la sua origine risale alla seconda metà dell'Ottocento. Visitabile gratuitamente ogni giorno
CONDIVIDI
14062
Il Presepe delle Orsoline (ph. Michele Attimi)
Attualità
02 maggio 2016 di Elisabetta Gottardo

Il passaggio di proprietà è avvenuto da pochi giorni: “Il 26 aprile scorso il Comune di Cividale del Friuli – annuncia il sindaco Stefano Balloch – ha acquistato dal Monastero di Sant’Orsola di Gorizia il Presepe delle Orsoline per la somma di 13.000 euro assicurando alla Città una parte della sua stessa storia visto che il Presepe ha per tutti noi un altissimo valore affettivo”.

Il presepe, collocato fin dalle sue origini all’interno del Monastero di Santa Maria in Valle, si compone di statuine con testa e mani in cera e corpo in stoppa. La tradizione orale attribuisce il lavoro di artigianato popolare al Settecento, ma studi riguardanti i costumi lo collocano nella seconda metà dell’Ottocento. Le statuine, realizzate nel silenzio della clausura, fanno rivivere la gente che animava i mercati e le vie di Cividale anche attraverso i nomi friulani con i quali le suore li avevano battezzati: Iustin, Agnul, Checo, Min, Zef, Nadal, Tin, Vigi, Toni, Bepo, Meni, Ursule, Sunte, Mariane, Mariute, Menie, Angiule, Filumene, Pine, Sante…

Tra le mura dell’antico Monastero di Santa Maria in Valle per decenni si è ripetuta la tradizione di allestire il presepe a cura delle religiose e delle allieve. Questa tradizione è stata ripresa, dopo un periodo di assenza da Cividale (il Presepe era stato trasportato a Gorizia), proprio dal dicembre del 2004 quando il Comune, a seguito di un contratto di comodato, lo ha nuovamente allestito nell’ambiente originario, al di sotto del campanile della Chiesa di San Giovanni Battista, presso l’antica lavanderia delle Orsoline.

Il Presepe è aperto al pubblico, gratuitamente, ogni giorno negli stessi orari del Monastero di Santa Maria in Valle. Fino al 30 settembre, quindi, è visitabile dal lunedì al venerdì con orario 10-13 e 15-18, mentre il sabato e la domenica segue l’orario continuato 10-18 (dal 1 ottobre scatta l’orario invernale).

Commenti (0)
Comment