Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Guarda le foto on line

Attualità
09 aprile 2016

Cervignano commemora Dono Paoletti

a cura della redazione
Al tenente dei carabinieri originario di Scodovacca e morto durante la Seconda guerra mondiale intitolata la sede della locale ANC. Presentato anche un quaderno a lui dedicato
CONDIVIDI
13656
L'intervento del sindaco Savino
Attualità
09 aprile 2016 della redazione

Inaugurata a Cervignano del Friuli la nuova sede sociale della locale sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri in piazza Unità, presso l’edificio dell’ex pretura.

All’evento sono intervenute autorità militari e civili, oltre ad alcune classi della scuola media “Giovanni Randaccio” e dell’Isis Malignani.

La sede, situata al primo piano dello stabile, è stata intitolata alla memoria del tenente dei Carabinieri Dono Paoletti, originario di Scodovacca e morto durante la Seconda guerra mondiale in Istria il 20 gennaio 1944 in un’imboscata.

A lui è dedicata la targa celebrativa all’ingresso della sede, scoperta stamani dopo gli interventi di saluto ufficiali da parte del presidente dalla sezione ANC cervignanese, luogotenente Franco Forlin, del sindaco di Cervignano, Gianluigi Savino, del comandante della Legione Carabinieri del FVG, generale di brigata Vincenzo Procacci, e del generale Michele Ladislao.

Durante la cerimonia è stato anche presentato il quaderno intitolato “Dono Paoletti, il poeta Carabiniere”, pubblicato dall’associazione culturale “Cervignano Nostra”, unitamente all’ANC cervignanese, e illustrato dal presidente del sodalizio, Antonio Rossetti, e dalla professoressa Orsola Venturini, con la lettura di tre poesie scritte dallo stesso Paoletti e interpretate dall’attore Tullio Svettini.

Alla cerimonia hanno partecipato anche i consiglieri regionali Paride Cargnelutti, Pietro Paviotti e Mauro Travanut, il vicepresidente della Provincia di Udine Franco Mattiussi, l’assessore comunale alla cultura Marco Cogato, i consiglieri comunali Giancarlo Candotto e Giovanni D’Alì, e il parroco don Dario Franco che ha benedetto la nuova sede.

Commenti (0)
Comment