Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Attivo a Fiumicello

Attualità
03 novembre 2015

Sportello d'ascolto contro l'azzardo

a cura della redazione
Aperto ogni giovedì, fornirà assistenza psicologica e legale alle persone vittime del gioco patologico e ai loro familiari.
CONDIVIDI
11730
Lo sportello sarà attivo ogni giovedì dalle 17 alle 19, presso la sede ACLI in via Gramsci 6 a Fiumicello
Attualità
03 novembre 2015 della redazione

L’Associazione ACLI di Fiumicello in collaborazione dell’Amministrazione Comunale e l’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 2 “Bassa Friulana e Isontina” – SOC Alcologia e Dipendenze Patologiche, ha aperto uno sportello d’ascolto gratuito per le persone con dipendenza da gioco d’azzardo e i loro familiari (ogni giovedì dalle 17 alle 19, presso la sede ACLI in via Gramsci 6 a Fiumicello).

Il progetto è stato presentato durante il convegno “ Il giocatore d’azzardo patologico e i servizi del territorio” tenuto lo scorso 23 ottobre presso la sede dell’A.A.S. 2 “Bassa Friulana e Isontina” di Palmanova, dal responsabile G.A.P. dell’ACLI di Fiumicello Sergio Iacuzzo e dai referenti Aziendali dottoressa Valentina Vidal e dottor Carlo Benevento.

Il servizio è offerto da operatori volontari ed è finalizzato a fornire supporto psicologico e legale alle persone con dipendenza da gioco d’azzardo e ai loro familiari, ma anche indirizzare gli utenti alle risorse del territorio più adeguate per le loro attuali difficoltà.

È infatti dimostrato che persone che giocano d’azzardo sono a rischio di sviluppare dipendenza patologica, così come tutti i giochi con vincite in denaro e risultato dal caso. Una malattia che si manifesta principalmente con comportamenti di gioco ripetuti, non controllabili con la propria volontà. Ciò può provocare rischi per la salute della persona, per la sua socialità e per la sua famiglia, oltre alla perdita di ingenti somme di denaro.

Secondo le indicazioni emerse, il comportamento di gioco sta diventando un problema o una patologia se:

- si spende sempre più tempo e denaro per il gioco;

- si desidera fortemente giocare al punto che non giocare rende una persona instabile;

- si pensa di recuperare le perdite continuando a giocare;

- si pensa di poter controllare il risultato anche con riti scaramantici;

- si mente ai familiari per colpa del gioco;

- si fa debiti o si commettono illegalità per procurarsi il denaro.

Il giocatore problematico e il giocatore patologico hanno bisogno di specifici interventi e cure. Per questo motivo chiunque ritenga di avere un problema con il gioco, può contattare lo sportello per ricevere supporto psicologico e legale.

Orari del Servizio Patronato ACLI di Fiumicello: mercoledì e venerdì dalle 17 alle 19. Tel: 0431 970235 (sig. Graziano Furlanut).

Commenti (0)
Comment