Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presenze in aumento in FVG

Turismo
30 marzo 2015

Cresce il turismo dell’albergo diffuso

di Adriano Del Fabro
Molti gli stranieri ospiti nelle strutture rurali della nostra regione.
CONDIVIDI
9472
Albergo diffuso a Lauco (ph. A. Del Fabro)
Turismo
30 marzo 2015 di Adriano Del Fabro

Il 2014 si è chiuso positivamente per gli alberghi diffusi del FVG, con 43.726 presenze turistiche, in crescita del 7,44% rispetto all’anno precedente. Una situazione inversa rispetto a quella registrata, complessivamente, dal turismo regionale dove le presenze si sono ridotte del 2,97%.

Il dato del FVG è in linea con quello italiano dove la vacanza nell’albergo diffuso ha fatto registrare un aumento dell’8-10%. Questa tipologia di residenza turistica “slow” viene scelta sempre più dagli stranieri che rappresentano circa la metà dei turisti di tale tipologia di ospitalità, con una crescita boom in regione: + 21,57%.

L’albergo diffuso è nato in FVG negli anni successivi al terremoto del 1976, come una possibile risposta al recupero intelligente del patrimonio edilizio rurale e “storico”, spesso abbandonato a sé stesso. Le 19 strutture attive censite dalla regione (per 1.799 posti letto), sono quasi tutte gestite in forma cooperativa e rappresentano un primato: oltre il 23% dell’intera quota italiana di questa tipologia turistica (82 strutture).

Ma l'albergo diffuso non è semplicemente una struttura ricettiva: esso è innanzitutto un’esperienza radicata di progetto di sviluppo del territorio, che coinvolge molti attori diversi, ed è questo il motivo per cui, finora, è prevalsa la scelta gestionale in forma cooperativa. La nascita degli alberghi diffusi, inoltre, ha portato sviluppo in aree marginali, con ricadute positive anche sulle altre realtà economiche dei comuni di montagna. 

Commenti (0)
Comment