Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Accordo tra le Camere di Commercio

Società
02 marzo 2015

Friuli-Canada, accordo per sviluppo imprese

a cura della redazione
Missione oltreoceano per la delegazione friulana: attivato un "desk" per fornire orientamento e consulenza.
CONDIVIDI
9141
Toronto, presentazione del libro Frulians
Società
02 marzo 2015 della redazione

Dal 2008 al 2014 sono state 546 le imprese friulane coinvolte in seminaricheckupmissioni da e verso il Canada. In particolare, una decina sono stati gli operatori canadesi ospitati in regione in occasione di tre incoming che hanno coinvolto 108 imprese friulane e 51 le nostre imprese che sono state accompagnate in Canada nelle cinque missioni organizzate (più due esplorative), con una stima di oltre 400 controparti canadesi incontrate.

«I numeri servono solo a dare la dimensione di un rapporto continuativo che, sulla scorta del legame storico, l’economia friulana sta mantenendo vivo con il Canada, e con ottimi risultati in termini di internazionalizzazione delle imprese», commenta il presidente della Cciaa di Udine Giovanni Da Pozzo rientrato da Toronto, dove ha accompagnato una delegazione di imprese impegnate in incontri d’affari con realtà canadesi tra Ontario e British Columbia. 

A Toronto il presidente ha ufficialmente aperto il Desk Canada, in collaborazione con il consolato canadese con sede proprio in Cciaa di Udine, guidato da Primo Di Luca. «Il Desk – spiega Da Pozzo – è un servizio di orientamento e consulenza specialistica che il sistema camerale offre alle imprese interessate ad avviare o approfondire i rapporti commerciali con determinati mercati. Ne abbiamo avviati molti in questi anni e il Desk Canada ci è parso sempre più necessario visti gli stretti e costanti rapporti e le ottime relazioni, istituzionali ed economiche, che ci legano a questo Paese».

Le imprese friulane avranno modo di accedere a diversi servizi di assistenza specializzata e le imprese canadesi verranno contattate dalla Camera italo-canadese per verificare l’interesse commerciale e approfondire aspetti tematici legati alla collaborazione tra i due mondi imprenditoriali. 

Nella missione di questi giorni un altro appuntamento ha riscosso notevole successo. Al Columbus Center è stato infatti presentato, alla presenza del direttore della struttura Pal Di Iulio, del Console generale italiano Giuseppe Pastorelli, oltre che del presidente Da Pozzo e del console onorario Di Luca, il libro “Friulians in Canada”, coedito dalla Cciaa di Udine con Forum Editrice Universitaria e con l’intervento dell’autrice, Sarah Rolfe Prodan, giovane ricercatrice post-dottorato alla Victoria University di Toronto. Il volume, che ha anche il patrocinio della Regione e il sostegno della Banca di Cividale, era stato presentato a Udine il 12 dicembre scorso. È un libro omaggio a chi ha dovuto o saputo osare, se n’è andato dal Friuli ed è riuscito costruirsi in Canada una via di successo diventando punto di riferimento nell’economia e nella società canadesi.

Nelle giornate a Toronto, la delegazione friulana, per sottolineare la sinergia tra piccole e grandi imprese, ha anche partecipato al “Grand opening” della sede di Toronto della Pilosio.

Commenti (0)
Comment