Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presentata la stagione 2014/15

Cultura e Spettacolo
21 agosto 2014

Teatro, Cividale punta sulla prosa

di Elisabetta Gottardo
Cartellone con dodici spettacoli, tra cui una serata musicale speciale per riflettere sulla Grande Guerra.
CONDIVIDI
6862
Giuliana Musso (ph. giulianamusso.it)
Cultura e Spettacolo
21 agosto 2014 di Elisabetta Gottardo

Presentata la stagione 2014/2015 di prosa, musica e danza de Teatro Ristori di Cividale. “Il calendario annovera spettacoli di altissimo livello selezionati  fra le migliori proposte del circuito nazionale – spiega il sindaco Stefano Balloch – al fine di dar spazio a rappresentazioni che abbraccino tutte le discipline artistiche. La parte del leone l’avrà la prosa con ben otto spettacoli”. Alla prosa si affiancheranno due proposte musicali e due spettacoli di danza per una programmazione complessiva di dodici appuntamenti. “Sarà realizzato – aggiunge il primo cittadino – anche un inedito progetto musicale in occasione del Centenario della Grande Guerra, in collaborazione con la Sergio Gaggia di Andrea Rucli, nella convinzione che il teatro possa offrire  una preziosa occasione di socialità, di crescita culturale e di momento privilegiato per parlare di pace”.  La Stagione proporrà, infatti, il concerto Quintetto in do minore, op. 42, per archi e pianoforte di Louis Vierne, scritto dal compositore francese tra il 1917 e il 1918. Si tratta di una sorta di ex voto musicale per la morte del figlio diciassettenne Jacques, ucciso in battaglia.

In base al cartellone, realizzato in collaborazione con l’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia per la parte dedicata alla prosa, il sipario si alzerà il 5 novembre con Ti ho sposato per  allegria. Protagonisti Chiara Francini ed Emanuele Salce, testo di Natalia Ginzburg. A seguire, il 18 novembre, Forbici Follia con Roberto Ciufoli, Max Pisu e Barbara Terrinoni. Il 3 dicembre sarà la volta di Giuliana Musso e della sua Fabbrica dei Preti. Il 14 gennaio l’atto unico Svenimenti porterà sulle scene del Teatro Ristori Elena Bucci e Marco Sgrosso, impegnati in una rivisitazione dei testi di Cechov. Il 20 gennaio appuntamento con Tosca d’Aquino e Maurizio Casagrande in Prigioniero della Seconda strada. Completano il programma Chiamalo ancora Amore (4 febbraio) con Gianni Ferreri e Daniela Morozzi, Il mondo non mi deve nulla (18 febbraio) con Pamela Villoresi e Trappola Mortale (19 marzo) con Corrado Tedeschi.

Per la musica, il 24 gennaio appuntamento con  Wiener Concert-Verein (31 marzo).

Infine, per la sezione danza, l’assessorato alla cultura  porterà a Cividale Kledi Kadiu impegnato in Contemporary Tango e Rossella Brescia nella Carmen.

Commenti (0)
Comment