Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Da domani nuovo servizio web

Attualità
29 aprile 2014

Monfalcone, i negozi si aprono on-line

a cura della redazione
Attivo il portale informatico dello Sportello unico delle Attività produttive. In ogni momento sarà possibile verificare lo stato delle proprie pratiche.
CONDIVIDI
5155
Il nuovo servizio on-line sarà attivo per otto comuni del Mandamento monfalconese
Attualità
29 aprile 2014 della redazione

Lo Sportello unico per le Attività produttive (Suap) del Comune di Monfalcone, attivato nel 2011 con l'obiettivo di garantire un procedimento agevole per l’avvio e la conduzione delle attività produttive e di servizi tramite l'uso di tecnologie telematiche, vedrà un ulteriore sviluppo, a partire da domani, con l'attivazione di un portale informatico per l’invio delle pratiche on-line.

Il Suap è competente al ricevimento delle pratiche relative al settore produttivo e di servizi, sia per quanto attiene lo svolgimento delle attività che per le relative pratiche edilizie. Inizialmente ha svolto servizio solo per il Comune di Monfalcone, ma dal mese di aprile 2011 si è sviluppato a carattere mandamentale in otto dei nove Comuni del Mandamento (Doberdò del Lago, Fogliano-Redipuglia, Monfalcone, Sagrado, San Canzian d’Isonzo, San Pier d’Isonzo, Staranzano e Turriaco) mantenendo però l'accentramento di funzioni presso Monfalcone. Fra l’altro con la medesima convenzione è stato anche sancito che lo stesso Comune di Monfalcone svolgesse le funzioni accentrate dell’ufficio Commercio per gli stessi Comuni associati.

Il passaggio on line prevede l’utilizzo di un apposito programma informatico, già utilizzato in regione dai Comuni di Trieste e Pordenone.

Il portale (http://suap.comune.monfalcone.go.it) garantirà a chiunque sia collegato a internet di accedere alla parte informativa relativa ai procedimenti di competenza dello Sportello, mentre per l’accesso all’ambiente on-line che consente di inviare le domande l’utente avrà bisogno di dotarsi di Carta Nazionale dei Servizi e di dispositivo per la firma digitale. In assenza di tali strumenti, l’utente avrà la necessità di appoggiarsi a uno studio o a una associazione di categoria che inoltri la pratica. Alla fine della procedura sarà possibile salvare e stampare la ricevuta telematica di presentazione (il certificato di invio). Tramite il portale l’utente avrà poi la possibilità di visionare in qualsiasi momento lo stato delle pratiche già inoltrate.

Si inizierà con le procedure relative al commercio in sede fissa, alla somministrazione di alimenti e bevande e alle attività artigianali di servizio. Il portale sarà quindi successivamente implementato con le procedure relative alle altre attività trattate. Tre le aree tematiche: quella ''news'' accessibile a tutti (dove si troveranno informazioni e link utili), quella ''modulistica'' per le varie attività produttive, e quella ''servizi'' per la compilazione della pratica.

Per non creare disagio all’utenza, fino alla fine di agosto sarà comunque possibile trasmettere le segnalazioni tramite posta elettronica certificata.

Commenti (0)
Comment