Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Al via il piano degli interventi per il 2014

Società
26 febbraio 2014

Disabili e inserimento lavorativo: convenzione Provincia di Udine e Campp

a cura della redazione
Previsti percorsi propedeutici finalizzati all'assunzione e al mantenimento dell'impiego.
CONDIVIDI
4243
Per il 2014 saranno seguiti dal CAMPP 55 progetti di inserimento lavorativo
Società
26 febbraio 2014 della redazione

Disabili e inserimento lavorativo: al via il piano degli interventi per il 2014 attuati dalla Provincia di Udine attraverso un’apposita convenzione già sottoscritta con il Campp (Consorzio per l’assistenza medio psicopedagogica) che vi adempie mediante il Sil (Servizio integrazione lavorativa).

Gli interventi vengono svolti congiuntamente dal personale dei Centri per l’impiego affiancati da operatori e specialisti del Sil con competenze specifiche nel settore secondo una prassi ormai consolidata. In continuità con le attività già coordinate congiuntamente, infatti, la pianificazione per il 2014 prevede la gestione di 55 progetti sulla base degli strumenti previsti dall’art.36, co.2 L.R. 18/2005. Si tratta di 45 percorsi personalizzati di integrazione lavorativa mirati a sviluppare, tramite formazione e tirocini, le competenze idonee a un successivo inserimento; 15 invece i progetti finalizzati all’assunzione e destinati a persone che hanno già compiuto il percorso formativo propedeutico all’integrazione lavorativa vera e propria. A queste attività, si sommano i servizi di sorveglianza post assunzioni e monitoraggio (un centinaio quelli previsti) finalizzati al mantenimento del posto di lavoro. Si tratta di un intervento garantito a favore di persone assunte da aziende o pubbliche amministrazioni, per le quali il Comitato Tecnico per il diritto al lavoro delle persone con disabilità (organo che definisce e delinea i progetti d’inserimento lavorativo per i disabili) valuta necessaria una presenza specialistica che ha come obiettivo monitorare e gestire l’eventuale insorgere di criticità che potrebbero portare al fallimento dell’inserimento lavorativo.

“Le iniziative in programma nel 2014 consentiranno di consolidare ulteriormente una sinergia tra la Provincia e il Campp avviata già nel 2003 a beneficio dei soggetti disabili – commenta l’assessore al lavoro Leonardo Barberio –, una collaborazione ancora più importante in una situazione precaria e difficile come quella di questi ultimi anni sul fronte occupazionale”.

Se la maggior parte delle categorie di lavoratori hanno seri problemi a trovare nuova collocazione in caso di cessazione dell’impiego, la situazione si acuisce per le categorie più fragili che necessitano di maggiori risposte e sostegni. “Per tutti i soggetti iscritti alle liste del collocamento mirato, anche per quelli avviabili al lavoro senza strumenti di mediazione o percorsi personalizzati e propedeutici di formazione – conferma Barberio –, si è riscontrata una flessione delle opportunità occupazionali a causa della crisi economica. L’azione degli operatori dei Cpi e del Sil – rileva l’assessore – è dunque fondamentale per consolidare i rapporti già in essere e porre le basi per nuove opportunità in previsione di scenari occupazionali futuri che ci auguriamo più promettenti”.

La struttura del Campp attraverso istruttori e operatori, inoltre, interviene con compiti di supporto e implementazione ai Centri per l’impiego nello svolgimento delle attività tecnico, amministrative e specialistiche connesse al collocamento mirato dei disabili. Tra le mansioni svolte dal Sil, rientrano anche le consulenze e le valutazioni specialistiche, un approfondimento conoscitivo delle potenzialità lavorative e dei percorsi più idonei per l’eventuale inserimento di alcuni soggetti.

Commenti (0)
Comment