Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Il suono dei colori

A Passons un omaggio ai talenti del Novecento friulano
25516
Pasian di Prato
via Villalta 2
Canonica di Passons
16/06/18
10-13/15-19

Un omaggio ai talenti del Novecento friulano. Lo proporranno, a partire dal primo e fino al 17 giugno, l'Associazione All'Ombra del Campanile di Passons e la Scuola di Musica del Gruppo Folkloristico di Passons, che allestiranno, a Passons, una selezione di opere delle glorie della pittura vantate dalla regione nel secolo scorso.

Essenziale, rappresentativa ed emblematica di una fase storico-culturale cui sono riconducibili autori che si sono imposti sulla scena nazionale e non solo, la collettiva spalanca una finestra su espressioni creative che rientrano a pieno titolo nel panorama dell'arte italiana ed europea novecentesca. In mostra, nei locali della canonica di Passons (in via Villalta 2), produzioni del cervignanese Giuseppe Zigaina (nato nel 1924 e scomparso nel 2015), degli udinesi Giorgio Celiberti (1929), Carlo Ciussi (1930-2012), Getulio Alviani (1939-2018) e dei fratelli Afro (1912-1976) e Mirko (1910-1969) Basaldella. E ancora: si potranno ammirare grafiche del triestino Luigi Spacal (1907-2000) e opere del pittore e incisore di area goriziana Zoran Music (1909-2005). L'evento gode del patrocinio del Comune di Pasian di Prato e dall'Anbima regionale, non casualmente: il progetto, infatti, si pone l'obiettivo di unire all'arte visiva quella musicale, offrendo al pubblico l'occasione di ascoltare, nella sede dell'esposizione, le esibizioni di piccoli e grandi concertisti della scuola di musica del Gruppo Folkloristico di Passons. Tre gli appuntamenti, previsti per la giornata del vernissage (il primo giugno alle 20.30) e poi per il 4 e il 16 giugno, alle 19. Nella serata musicale conclusiva ai ragazzi della scuola di Passons si affiancherà il Rachel Gould Quartet, che impreziosirà la circostanza. Rachel Gould, americana, è una delle cantanti jazz più originali, sensibili e coinvolgenti della scena contemporanea: le sue capacità sono unanimemente riconosciute da musicisti e intenditori, anche grazie alle collaborazioni vantate con Chet Baker, Woody Herman, Dave Liebman e Sal Nistico. La voce di Rachel sarà accompagnata dallo sloveno Marko Cèpak, alla chitarra, da Simone Serafini, al contrabbasso, e  dal batterista austriaco Klemens Marktl.  Grandi tele e piccoli disegni, pittura e grafica, forma e colore, musica e ritmo dialogheranno insieme, dunque, immergendo il visitatore nell'avvolgente atmosfera dell’arte. Nella cerimonia inaugurale i contenuti e la strutturazione della rassegna saranno illustrati dall'esperto Didier Zompicchiatti.

La mostra, curata da Davide Zampis, si potrà visitare tutti i fine settimana, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Sono previste aperture straordinarie, previo contatto con le associazioni (info@ombradelcampanile.it e info@bandapassons.it).