Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Trasparenz-Anima

18877
Cividale del Friuli

Chiesa di Santa Maria dei Battuti
13/05/17
lunedì e venerdì 15.30-19, sabato e domenica 10-13/15.30-19

Lorenzo Viscidi Bluer, maestro dell'utopia, per la prima volta esporrà a Cividale del Friuli presso la Chiesa di Santa Maria dei Battuti. La mostra, organizzata dall’assessorato della cultura del Comune, presenta “trasparenz-anima”. Come pittore è un informale molto interessante, ricco non solo di impulsi emozionali e di interiorità, ma anche di una cultura consolidata che si radica nelle avanguardie storiche dei primi decenni del secolo scorso. Come scultore, il suo lavoro è il risultato della sua forza meditativa, di un processo intuitivo e di una conoscenza innata della materia. Bluer considera la trasparenza del plexiglas come mezzo per esprimere un messaggio etico, una sorta di omaggio alla bellezza della forma in sé, che rende immanente l'indicibile, e che traduce in apparenza tridimensionale e in acquose trasparenze il linguaggio alieno del pensiero astratto...».

Nella mostra saranno presenti anche opere denominate "Universi Oino" realizzate con una tecnica innovativa nelle quali si " dipinge " col vino all'interno del plexiglas: l'artista crea gocciolature e scie con il vino nella materia trasparente anch'essa fluida. Poi si avviano le fasi di solidificazione della materia e ogni vino in base alle proprie caratteristiche crea una immagine unica e irripetibile.

E anche dei grandi Totem luminosi con pittura e metalli che danzano nella trasparenza.

Bluer così si racconta: “In tutte le mie opere sia di pittura che di scultura la scelta di campo è la gioia: un'arte che nasce nella gioia e orienta alla gioia. Le mie opere più che essere guardate vanno vissute e e condivise....sono "Sentinelle della Luce " "Cristalli di Musica" e tento con tutte le mie piccole forze di orientarle al senso e alla gioia”.